Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Giulio Marcovigi

Giulio Marcovigi

GIULIO MARCOVIGI
(1870 – 1937)

 

Nacque a Bologna, dove frequentò la facoltà di ingegneria diplomandosi nel 1895.

Nei primi anni di carriera si lasciò ispirare dalle fantasie Liberty, evidenti soprattutto nei fregi e nei ferri battuti della palazzina Crespi (via Matteotti, Bologna, 1912).

Oggi M. è ricordato prevalentemente per i suoi contributi nel campo dell’ingegneria ospedaliera durante il regime fascista. Tra il 1925 e il 1932 realizzò l’Ospedale di Parma, l’ospedale Bellaria a Bologna, l’ospedale Maggiore di Bergamo e la nuova sede di Camerlata dell’Ospedale di Como. La sua opera più famosa e l’ospedale Niguarda Cà Granda di Milano, realizzato in collaborazione con Giulio Arata e ultimato solo nel 1939; il profilo solenne e severo dell’edificio coniuga innovazioni tipologiche suggerite dal sovrintendente sanitario Enrico Ronzani con la retorica fascista. M. morì nel 1937 all’età sessantasette anni.

Testo di Federica Mentasti © A. Speziali, Giuseppe Sommaruga (1867-1917). Un protagonista del Liberty, Cartacanta, Forlì 2017.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Trackbacks/Pingbacks

  1. Interno Verde a Mantova - BioEcoGeo - […] rispetto alle paludi del fiume Paiolo. Il progetto – disegnato dall’ingegnere Giulio Marcovigi, esperto di strutture ospedaliere, impegnato anche …

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>