Menu Navigazione
Il Liberty a Bari

Il Liberty a Bari

Parlare di Liberty significa parlare di uno stile che ha assunto una portata internazionale e che ha interessato ogni settore nel campo dell’arte, dalla pittura alla architettura, dalle arti applicate all’arredamento. Esso però, ha rappresentato soprattutto la risposta ad un particolare momento storico in cui si è cercato attraverso l’arte, di educare le masse al gusto del bello e di sopire eventuali focolai di rivoluzione di natura sociale, imperante nelle nuove classi operaie. L’Europa, e in particolare l’Inghilterra, sono state il teatro di questa rivoluzione del gusto, legato anche a motivazioni di tipo economico, ad uno stallo dei mercati soprattutto inglesi, che avevano difficoltà a lanciare i propri prodotti in una competizione internazionale. L’estetica della funzionalità consentì di creare prodotti di qualità che univano la praticità ad una rinnovata estetica, dando vita a figure professionali che possiamo considerare gli antesignani dei moderni designers. La pubblicazione di un recente volume intitolato “Il Liberty a Bari” pone delle profonde riflessioni sul recupero delle architetture Liberty della città e di alcuni centri della provincia, come testimonianza di un momento storico particolare che l’Italia, e soprattutto la Puglia ha vissuto con un ritardo cronologico, e come “fenomeno di importazione”. Il nuovo stile unisce il razionalismo del progetto che si imposta sul rigore della forma geometrica, e la libertà del decoro che esprime invece, il dinamismo del divenire del progresso, nella linea sinuosa, sensuale che si avvolge su se stessa, e che trae ispirazione dalla natura. L’Europa pullula di nuovi edifici e di grandi architetti, come Otto Wagner, considerato “un pioniere del modernismo”, in quanto la sua progettualità comprende l’impiego delle nuove tecniche e dei nuovi materiali. Otto Loos, l’austriaco Josef Hoffmann, e lo scozzese Charles Renne Mackintosh preferiscono il rigore della linea retta alla curva flessuosa. La nuova architettura sperimenta la fusione tra decorazione e funzione, ma in Italia la cultura ha difficoltà ad inserirsi in una dimensione europea a causa di una tradizione regionale che da poco si è inserita nella “neoformazione” di uno stato unitario, e per la persistenza di una cultura accademica. A Bari il Liberty arriva tra il 1910-1911, in un momento di crescita della città che assorbe un numero notevole di immigrati dall’entroterra, e che si rinnova innestandosi...

Leggi Tutto

Concorso fotografico ”ITALIAN LIBERTY”

  L’Associazione culturale A.N.D.E.L. (Associazione Nazionale Difesa Edifici Liberty), nell’ambito del progetto ‘‘Italia Liberty’’ ideato e diretto da Andrea Speziali, organizza il concorso fotografico: ITALIAN LIBERTY, patrocinato dal portale della cultura italiana CulturaItalia, dal progetto europeo PartagePlus e dall’ENIT Agenzia Nazionale del Turismo. Il concorso è rivolto a giovani e meno giovani, a professionisti e dilettanti, ai ragazzi delle suole di ogni ordine e grado e a tutti gli amanti della bellezza e dei valori di cui il Liberty è portatore. Il concorso scade il 31 ottobre 2013 salvo proroga e ha lo scopo di rivalutare questa corrente artistica sviluppatasi tra fine ‘800 e inizi ‘900 in Italia. Si può partecipare inviando via mail 20 fotografie dei capolavori Liberty presenti in Italia. Vi sono quattro temi su cui ispirarsi: “Architettura Liberty’’ riguarda l’aspetto architettonico; “Mobili Liberty’’ riguarda gli scatti alla mobilia e infine “Arte Liberty” rivolto ai disegni, dipinti, opere d’arte materiche, infine vi è il tema libero. E’ possibile presentate fotografie per ogni singolo tema. Per aderire basta scaricare il modulo d’iscrizione qui.   IL CONCORSO PREVEDE TRE PREMI   1° Premio “Liberty people” – voto giuria tecnica Targa + Soggiorno al Grand Hotel Rimini + Bottiglia Condimento Balsamico ‘‘Nerone’’ invecchiato 6 anni di Acetaia Villa San Donnino Modena. Camera e colazione per due notti in camera di tipologia superiore (vista mare se disponibile). La prenotazione è per due persone e sarà soggetta a disponibilità ed escluderà ponti, festività, fiere e i mesi di luglio ed agosto. Il vincitore concorderà direttamente con l’hotel le date. 2° Premio del pubblico – menzione alla foto più votata dal pubblico. Chiunque potrà votare le foto attraverso il gruppo Flickr: www.flickr.com/groups/italianliberty Il pubblico è invitato a formulare le votazioni dal 20 novembre al 8 dicembre. Targa + Set di aceti balsamici di Villa San Donnino Modena di alta qualità + Biglietto partita scacchi. Il set contiene tre diverse tipologie di prodotto: Aceto Balsamico Tradizionale di Modena ‘‘Extravecchio’’ invecchiato oltre 25 anni, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena invecchiato oltre 12 anni e Condimento Balsamico invecchiato oltre 6 anni. 3° Premio della critica – voto giuria tecnica Targa + 3 biglietti per visitare la Partita a Scacchi con personaggi viventi a Marostica (Settembre 2014)....

Leggi Tutto
Adriatico Liberty

Adriatico Liberty

In seguito al progetto “Romagna Liberty” concretizzatosi tra il 2011 e il 2012 in una monografia, una mostra itinerante, una rubrica settimanale sul quotidiano ”La Voce di Romagna” e una serie di conferenze sul tema, il 2013 vede l’alba di ”ADRIATICO LIBERTY”, la costa tra la fine ‘800 e gli inizi del ‘900 attraverso ville e villini che hanno segnato l’epoca felice della Belle Époque. Come spiega Andrea Speziali, curatore e autore di questo sottoprogetto di ITALIA LIBERTY, l’architettura balneare lungo la costa del Mar Adriatico è ricca di edifici prevalentemente Liberty, ma anche Art Decò che meritano una menzione. Città come Rimini, Riccione, Pesaro, Civitanova Marche, Grottamare, Trieste e Venezia, nonostante  abusi edilizi e demolizioni,  sono città ricche di esempi originali di quelle che erano le architetture di un’epoca dorata conosciuta maggiormente con il termine “Belle Epoque”. L’idea di questa iniziativa deriva dall’esigenza di portare alla luce un periodo storico-artistico fino ad oggi poco considerato nell’archiettura balneare dell’Adriatico, risaltando anche le opere grafiche nelle pubblicità di manifesti, depliant e cartoline illustrate del primo Novecento. Abbiamo creato un percorso ad hoc per il fruitore comune sia online che cartaceo con la pubblicazione “Diletto e Armonia. Villeggiature marine Liberty“. Per l’anno 2013 è stato pubblicato il primo calendario dedicato al progetto ”Adriatico Liberty”. Il calendario per 13 mesi contiene fotografie di ville, manifesti e cartoline della costa. Acquista il calendario   Il progetto è partito con il seguente appuntamento forlivese: Nel contesto fieristico ”Babilonia” (Romagna fiere), la mostra sarà caratterizzata dalla presentazione al pubblico di fotografie e documenti storici quali cartoline e depliant originali, riguardanti principalmente l’architettura romagnola tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 in località come Cattolica, Riccione, Rimini, Viserba, Cesenatico, Cervia e Milano Marittima. Tra i documenti esposti, si segnalano i disegni di edifici firmati da importanti architetti dell’epoca come il dalmata, attivissimo in Romagna, Mario Mirko Vucetich (1898-1975), Matteo Focaccia (1900-1975), Paolo e Alberto Sironi, i fratelli Somazzi che progettarono il Grand Hotel di Rimini, Giuseppe Palanti, Rutillio Ceccolini e altri autori meno noti. Download depliant: babilonia pieghevole La mostra “ADRIATICO LIBERTY: La costa  tra la fine ‘800 e gli inizi del ‘900”  si preannuncia come un viaggio a ritroso nel tempo, capace di fare...

Leggi Tutto