Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Teatro Ambra Jovinelli

Teatro Ambra Jovinelli

Il Teatro Ambra Jovinelli fu inaugurato il 3 marzo 1909 dopo tre anni di lavori nella scomparsa Piazza Guglielmo Pepe del quartiere Equino. Il teatro fu voluto dall’impresario teatrale Giuseppe Jovinelli che volle realizzare una sede atta alla rappresentazione di spettacoli comici.
Fu così che tra i teatri di Roma l’Ambra Jovinelli divenne presto uno dei punti di riferimento del varietà nella capitale promuovendo attraverso le sue rappresentazioni il genere comico, ii numenri danzanti e acrobatici e il genere canzonettistico.

Tra i grandi attori che calcarono il palcoscenico del Jovinelli ci furono Ettore Petrolini (1910), Gustavo De Marco e, dopo la Prima Guerra Mondiale, un giovane Totò il quale, per il grande successo di pubblico incontrato, rimase in cartellone per circa tre anni.
La fortuna del Tetro Jovinelli proseguì nonostante l’avanzare del cinematografo e le leggi fasciste che regolavano le rappresentazioni limitandone la carica satirica e l’uso del dialetto in scena. Alla fine tuttavia gli incentivi economici destinati all’industria del cinema determinarono la limitazione degli spettacoli al Jovinelli che divenne, per più di un decennio a cavallo del secondo conflitto mondiale, un palazzetto per incontri di boxe che attiravano moltissimi spettatori.

Negli anni cinquanta l’avanspettacolo divenne uno dei generi maggiormente presenti in cartellone affiancando la neonata attività cinematografica del Jovinelli, attività che avrebbe carattaterizzato sempre maggiormente le serata in programma facendo diventare il teatro, alla fine degli anni settanta, un cinema a luci rosse. Un incendio mise fine a questa parabola discendente il 29 aprile 1982.

Dopo alcuni anni di chiusura la famiglia Jovinelli mise in vendita lo stabile il quale fu acquistato nel 1990 da una società di Milano ma il restauro e la riapertura al pubblico erano ancora lontani. Solo l’iniziativa di alcuni giovani artisti, i quali misero in scena alcune commedie, riportò l’attenzione dell’opinione pubblica sul Teatro Jovinelli portando al riconoscimento del valore storico e architettonico della sua facciata determinandone l’obbligo di restauro per gli attuali proprietari. Fu così che nello spazio di un anno occuapto dalla durate dei lavori il Teatro fu riaperto al pubblico il 25 gennaio 2001 sotto la direzione artistica di Serena Dandini e la direzione di sala ad Antonino de Pasquale.
In questi anni le scene del teatro sono state calcate da numerosi artisti tra i quali citiamo Ascanio Celestini, Francesca Reggiani, Neri Marcorè, Sabina e Corrado Guzzanti, Goran Bregovic, Daniele Luttazzi, Gioele Dix, Silvio Orlando, Paolo Rossi.

Materiale tratto da: www.inrometoday.it/ita/teatri/teatro_ambra_jovinelli

Scheda tecnica

  • Denominazione ricorrente Teatro Ambra Jovinelli
  • Altre denominazioni
  • Indirizzo ROMA, via Guglielmo Pepe 43
  • Progettista
  • Committente
  • Anno/periodo di costruzione 1909
  • Bibliografia

< Torna Indietro