Menu Navigazione
Palazzo Castiglioni

Palazzo Castiglioni

Di on dic 3, 2014 in |

Palazzo Castiglioni fu costruito da Giuseppe Sommaruga e costutuisce uno splendido esempio di Art Nouveau a Milano. Il basamento bugnato dell’edificio riprende la forma naturale della roccia mentre le altre decorazioni sono in stucco riprendendo lo stile settecentesco. Il committente, Ermenegildo Castiglioni nel 1900 decise che avrebbe avuto un palazzo che si sarebbe fatto notare rispetto ai soliti palazzi grazie ad interessanti soluzioni. Lo stile Liberty appunto era quello che stava cercando. Quando nel 1903 furono tolti i ponteggi due grandi statue ai lati del portone (di Ernesto Bazzaro) lasciarono di stucco i ben pensanti dell’epoca. Le figure femminili, allegorie della pace e dell’industria, erano donne prosperose e seminude. Questa cosa scandalizzò i ben pensanti dell’epoca e il palazzo, sarcasticamente, fu ribattezzato “Cà di Ciapp” o palazzo delle natiche. Le statue furono poi rimosse ed ora si trovano su Villa Facanoni (in via Buonarrotti 48) ai lati di una entrata secondaria. Il portale fu poi modificato con l’aggiunta di un bassorilievo per sopperire alla mancanza di queste due statue.

Foto Foto Giovanni Dall’Orto 22-Apr-2007.jpg

Scheda tecnica

  • Denominazione ricorrente Palazzo Castiglioni
  • Altre denominazioni
  • Indirizzo MILANO, Corso Venezia 47
  • Progettista Giuseppe Sommaruga
  • Committente Ermenegildo Castiglioni
  • Anno/periodo di costruzione 1901-1904
  • Bibliografia

    A. Speziali, Italian Liberty. Il sogno europeo della grande bellezza, Cartacanta, Forlì 2016

    http://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Castiglioni

    Il primo capolavoro di Sommaruga è noto per lo scandalo causato dalle statue di Ernesto Bazzaro, poi rimosse. Imperniato sul fastoso scalone, il palazzo ha facciata principale in pietra, riccamente decorata da sculture, e fronte interno in mattoni e cemento, con ampie vetrate.

< Torna Indietro