Menu Navigazione
Casa Galimberti

Casa Galimberti

Casa Galimberti a Milano rappresenta una delle più originali realizzazioni del Liberty milanese: ferri battuti, motivi floreali in cemento e soprattutto la raffigurazione veristica del rivestimento in piastrelle di ceramica. I committenti, inprenditori edili, furono tra i primi sostenitori del nuovo stile a Milano. I Galimberti avevano già intrapreso, in quel periodo, la lottizzazione di via Malpighi: strada di nuova costruzione realizzata poche decine di metri fuori dagli ex Bastioni di Porta Venezia e dal piazzale Oberdan. Per il palazzo più importante del nuovo quartiere (68 metri di facciata all¿angolo con via Sirtori, con negozi e locali pubblici al piano terreno e quattro appartamenti per piano negli altri quattro piani) Bossi scelse per il basamento il ceppo gentile, una pietra poco costosa fatta giungere, tramite la Martesana, direttamente dalle cave di Trezzo; per isolare dall¿umidità il piano terra realizzò una soletta in cemento armato; che, insieme al ferro, i decoratori usarono con maestria.

Lo stile Liberty milanese spazia tra il Liberty piu’ floreale alle influenze della Secessione Viennese all’eclettismo. La facciata è decorata con maioliche con colori e disegni tipici dell’art nouveau, fregi floreali in cemento e balconi in ferro battuto. (in alto foto di Phil Beard)

Scheda tecnica

  • Denominazione ricorrente Casa Galimberti
  • Altre denominazioni
  • Indirizzo MILANO, via Malpighi 3
  • Progettista Giovanni Battista Bossi
  • Committente fratelli Galimberti
  • Anno/periodo di costruzione 1903 - 1905
  • Bibliografia

    Rossana Bossaglia, Valerio Terraioli, Il liberty a Milano, Milano, Skira editore, 2003
    Cristina Casero, Liberty, Déco e stile Novecento, Milano, Nodo Libri, 2000
    Claudio Colombo, Quando l'Umanitaria era in via Solari: 1906, il primo quartiere operaio (PDF), a cura di Archivio Storico della Società Umanitaria, Robecchino con Induno, Raccolto Edizioni, 2006
    Maurizio Grandi e Attilio Pracchi, Milano: guida all'architettura moderna, Bologna, Zanichelli, 1991
    Chiara Gualdoni, Milano, Milano, Skira editore, 2009
    Attilia Lanza, Milano e i suoi palazzi: Porta Vercellina, Comasina e Nuova, Libreria Meravigli Editrice, 1993
    Guido Lopez e Elisabetta Susani, In Liberty: Milano e Lombardia, Milano, edizioni Celip, 1999
    Oscar Pedro Melano, Milano e l'eclettico Déco, 1900-1950, Milano, Gabriele Mazzotta editore, 2004
    Francesco Ogliari e Roberto Bagnera, Milano liberty, Pavia, Edizioni Selecta, 2006
    Fulvio Roiter, Milano in liberty, Milano, edizioni Celip, 1993
    Andrea Speziali (a cura di), Italian Liberty : una nuova stagione dell'art nouveau, Forlì, Cartacanta, 2015

< Torna Indietro