Menu Navigazione
Sassari Liberty con Salvatore Sanna per censire i villini

Sassari Liberty con Salvatore Sanna per censire i villini

L’Associazione Sardegna Country, in collaborazione con Salvatore Sanna Dottore Magistrale in Ingegneria Edile – Architettura, organizzerà delle passeggiate nella “Sassari in stile Liberty”.

Le passeggiate si focalizzeranno nelle zone di maggior intensità di questo movimento artistico, saranno gratuite, riservate ai tesserati di Sardegna Country e su prenotazione.

 

SASSARI LIBERTY

L’architettura Liberty a Sassari si sviluppa leggermente in ritardo, sul finire del primo decennio del ‘900, rispetto al periodo storico in cui normalmente si colloca questo movimento stilistico databile all’incirca dall’ultimo decennio del 1800 alla fine del secondo decennio del 1900. A Sassari continuerà però a verificarsi una produzione edilizia quasi sino al 1930, collocabile comunque nel Liberty per le caratteristiche architettoniche; dal punto di vista compositivo, tipologico, decorativo.

Numerose e interessanti sono le realizzazioni legate allo stile architettonico noto come Sezessionsstil (Secessionista austriaco), è invece debole la rappresentanza del filone franco belga, questa preferenza è data da una scelta consapevole dei committenti, degli Ingegneri e Architetti operanti a Sassari in questo periodo storico e non ad una scarsa conoscenza delle alternative.

Le motivazioni di questa preferenza sono diverse, ad esempio la memoria del classico presente nello stile austriaco ben s’accordava con lo strato culturale cittadino dell’epoca, ma di fondamentale importanza è stato che i cronisti sassaresi, rappresentanti delle maggiori testate giornalistiche della città, presenziano a Torino per l’Esposizione Internazionale di Arte Decorativa Moderna del 1902 rimanendo positivamente colpiti dai padiglioni espositivi che l’Architetto Raimondo D’Aronco realizza, nei quali è riscontrabile un forte influsso dello stile Secessionista.

Inoltre all’Esposizione Torinese le realizzazioni architettoniche più lodate dai commentatori, sono appunto quelle austriache e tedesche.

A Sassari le caratteristiche peculiari del Art Nouveau, libertà planimetrica e altimetrica sono poco presenti, sono forti invece i riferimenti decorativi di questo stile, che inizialmente aveva aspirazioni sociali e in seguito sfocia in un esasperato estetismo che rispecchia e ricorda la vita futile e spensierata della classe Borghese antecedente la prima guerra mondiale, preludio poi della fine dello stile architettonico.

La tipologia più amata è quella del villino, ma il maggior numero degli interventi realizzati risultano essere case ad appartamenti. Gli edifici ad oggi ancora presenti sono numerosi, è stato eseguito un censimento e la realizzazione di tre percorsi per tre diverse zone della città seguita da una numerazione e schedatura con localizzazione planimetrica, vista del prospetto principale e un dettaglio o particolare di ogni edificio, per quelli ritenuti più importanti e significativi dal punto di vista storico e architettonico, sono state previste delle schede di analisi più approfondite.

Censimento edifici Liberty

• Quartiere Cappuccini

Numero totale edifici in stile liberty: 32

Case ad appartamenti: 22

Villa:10

• Zona Viale Dante – Piazza d’Armi

Numero totale edifici in stile liberty: 29

Case ad appartamenti: 21

Villa: 8

• Centro Storico

Numero totale edifici in stile liberty: 3

Case ad appartamenti: 1

Ristorante: 1

Esercizio commerciale : 1

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>