Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione

Tutta la bellezza dell’arte Liberty in Italia

Con il supporto di istituzioni internazionali che si occupano di Art Nouveau intendiamo valorizzare, promuovere e far conoscere il ricco patrimonio Liberty presente in Italia, con qualche perla inedita e i valori di cui era portatore. Un grande movimento che ha le sue basi teoretiche in Ruskin, Morris e nei Preraffaelliti per poi irradiarsi nelle varie capitali, assumendo connotazioni e nomi diversi: Modern Style, Art Nouveau, Jugendstil, Secessione, Floreale, Modernismo Catalano, Liberty.Italia Liberty prende vita nel 2011 e grazie alla collaborazione con enti quali musei, gallerie d’arte, soprintendenze per i Beni Culturali architettonici e paesaggistici, archivi di Stato, regioni, comuni, collezioni pubbliche e private, negli anni si è instaurata una rete di associati e fans per l’Art Nouveau con cui condividere attraverso il presente sito web e le attività nostre (mostre, conferenze, itinerari e concorsi fotografici) e vivere un’esperienza unica a ritroso nel tempo visitando fascinose cornici del periodo Liberty esclusive tra ville, hotel e palazzi.

Il progetto senza fini di lucro è ideato e curato da Andrea Speziali ha censito ad oggi centinaia di edifici e sensibilizzato l’opinione pubblica e privata con la salvaguardia di sontuose ville d’epoca lasciate all’incuria.

Banner logo Europeo

Salva

Salva

Salva

Salva

Aleardo Villa

Scritto da on 12:45 in Artisti | 0 commenti

Aleardo Villa

ALEARDO VILLA (1865 – 1906) Nato a Ravello il 12 febbraio 1865, suicidatosi a Milano il 31 dicembre 1906. Studiò alla Accademia di Brera, nella quale fu allievo di Giuseppe Bertini e di Bartolomeo Giuliano. Fu specialmente buon esecutore di quadri di soggetto muliebre, ed efficace ritrattista. Il gran pubblico apprezzò anche alcuni suoi cartelloni pubblicitari. Egli esordì, a Milano, alla Mostra di Brera, del 1891, con la grande tela “Consolatrix afflictorum”. Poi partecipò ad altre esposizioni specialmente a Milano. Si...

leggi tutto

Cesare Maggi

Scritto da on 12:45 in Artisti | 0 commenti

Cesare Maggi

CESARE MAGGI (1881 – 1961) Formatosi con Vittorio Corcos a Firenze, con Gaetano Esposito a Napoli e con Fer­nand Cormon a Parigi, esordisce alla mo­stra annuale della Società di Belle Arti di Firenze nel 1898. Impressionato dai dipinti di Segantini visti alla mostra commemora­tiva di Milano del 1899, si dedica alla pittura di montagna condotta con tecnica divisio­nista, trasferendosi anche in Engadina nel tentativo di emulare Segantini, la sua tecni­ca, la luce delle sue vedute alpine. Dal 1901 è sotto contratto con la galleria di...

leggi tutto

Guido Marussig

Scritto da on 12:44 in Artisti | 0 commenti

Guido Marussig

GUIDO MARUSSIG (1885 – 1972) È con Salice piangente (cat. 218) che il nome dell’artista triestino guadagna il favore del­la critica contemporanea alla Biennale del 1907; “esordiente che fa assai bene sperare del suo avvenire artistico”, lo definiva allora Vittorio Pica (Pica 1907, p. 298). Solo qualche anno prima, nel 1900, lasciava Trieste, dopo una breve formazione presso la scuola indu­striale, per iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Venezia e frequentare i corsi di Augu­sto Sezanne, pittore-decoratore in contatto con gli...

leggi tutto

Giovanni Buffa

Scritto da on 12:42 in Artisti | 0 commenti

Giovanni Buffa

GIOVANNI BUFFA (1871 – 1954) Nato a Casale Monferrato il 10 ottobre 1871. Compì gli studi all’Accademia di Brera e nel 1894 esordì in una esposizione milanese con tre bozzetti. Nel 1896 alla Promotrice di Torino espose il bozzetto per il quadro “Caterina de’ Medici visita gli Ugonotti”. Espose poi a Venezia e a Milano: “A sera”; “La fuga”; “Ritratto di signora”; “La Ninfa”; “Ritratto di Giovanni Beltrame” e di “Bassano Danielli”, entrambi ora...

leggi tutto

Costantino e Faustino Zatti

Scritto da on 12:42 in Artisti | 0 commenti

Costantino e Faustino Zatti

COSTANTINO E FAUSTINO ZATTI (? – ?) Foto di Libreria, 1903-1905. Legno di ciliegio intarsiato, pelle scamosciata dipinta, lega d’argento, ottone. Genova, Wolfsoniana-Fondazione regionale per la Cultura e lo Spettacolo,...

leggi tutto

Sante Mingazzi

Scritto da on 12:41 in Artisti | 0 commenti

Sante Mingazzi

SANTE MINGAZZI (1867 – 1922) Mingazzi dopo un periodo di apprendistato, dapprima a Ravenna sotto la guida di Giorgio Pasolini, poi a Bologna nella bottega di Maccaferri, inizia in proprio l’attività di artista del ferro nell’officina aperta in via S. Stefano 28. in dagli esordi si orienta secondo quei moduli espressivi floreali che, in quegli anni all’inizio del secolo, si vanno proponendo all’attenzione del pubblico e risultano particolarmente adatti alle possibilità dell’artista, molto più abile a...

leggi tutto

Vittorio Valabrega

Scritto da on 12:40 in Artisti | 0 commenti

Vittorio Valabrega

VITTORIO VALABREGA (1861– 1952) La Ditta Fratelli Valabrega nasce a Torino nel 1884, dove si distingue e si afferma con la produzione di mobili eclettici e in stile Liberty. A partire dagli anni Novanta diventa titolare Vittorio Valabrega che inaugura la nuova sede di via Principe Amedeo 13. All’esposizione è annessa la fabbrica in cui lavorano cinquanta operai circa tra falegnami, scultori, tappezzieri e verniciatori. Vittorio Valabrega partecipa alle seguenti esposizioni: Torino 1898 Medaglia d’Argento; Parigi 1900 Esposizione...

leggi tutto

Arturo Noci

Scritto da on 12:39 in Artisti | 0 commenti

Arturo Noci

ARTURO NOCI (1874 – 1953) Arturo Noci nasce a Roma il 23 aprile del 1874 da una famiglia di artisti: la madre, Tecla Monacelli, era pittrice specializzata nella copia di dipinti antichi, mentre il padre, Ercole, aveva uno studio di arti decorative e arredamento attivo per le più importanti corti europee. Per le precoci inclinazioni artistiche manifestate fin da piccolo, il tredicenne Arturo viene iscritto all’Istituto di Belle Arti di Roma, sotto la direzione del pittore Filippo Prosperi. Dopo aver vinto il pensionato quadriennale del...

leggi tutto

Antonello Moroni

Scritto da on 12:37 in Artisti | 0 commenti

Antonello Moroni

ANTONELLO MORONI (1889 – 1929) Antonello Moroni, pittore e xilografo, studia a Firenze e a Bologna all’Accademia di Belle Arti, come allievo di Adolfo De Carolis con il quale collabora dal 1912 al periodico “L’Eroica. Rassegna d’ogni poesia”, pubblicato a La Spe­zia e diretto da Ettore Cozzani. Dal 1913 al 1918, sempre con De Carolis, è impegnato negli af­freschi dell’aula magna dell’Università di Pisa e in quelli per il Palazzo del Podestà di Bologna. Lavora per la casa editrice Zanichelli di Bo­logna per copertine di libri, fregi e...

leggi tutto

Luigi Secchi

Scritto da on 12:36 in Artisti | 0 commenti

Luigi Secchi

LUIGI SECCHI (1853 – 1921) A bottega presso lo scultore Pietro Magni e allievo di Francesco Barzaghi all’Accade­mia braidense, Secchi assimilò inizialmente la lezione di questi maestri, attivi nell’am­bito della scultura monumentale milanese, realizzando opere improntate ai modi di un moderato realismo, non esente da un cer­to pathos romantico. Nel 1881, come allievo dell’accademia, vinse il premio del Pensiona­to Oggioni con l’opera Il suonatore di oca­rina, una scultura di scugnizzo ignudo, che, pur nel soggetto di genere, rivela uno...

leggi tutto

Pietro Canonica

Scritto da on 12:36 in Artisti | 0 commenti

Pietro Canonica

PIETRO CANONICA (1869 – 1959) A soli dodici anni entrò all’Accademia Al­bertina di Torino, frequentando le lezioni di scultura di Odoardo Tabacchi, che tre anni dopo gli subappaltò dieci piccoli angeli per la tomba Sineo nel cimitero di Torino. Nel 1885 aprì un proprio studio, comincian­do una proficua carriera, durata oltre ses­sant’anni. I primi successi a Torino arrivaro­no nel 1889 con il bronzo Ruth – esposto al Circolo degli artisti e acquistato da re Um­berto I, per il quale posò Tina (Caterinuccia), modella all’Albertina e...

leggi tutto

Adolfo Wildt

Scritto da on 12:35 in Artisti | 0 commenti

Adolfo Wildt

ADOLFO WILDT (1868 – 1931) Nato a Milano, ma di lontane origini tede­sche, Wildt frequenta i corsi dell’Accademia di Brera ma si forma prima nello studio di Giuseppe Grandi e poi in quello di Federi­co Villa, lavorando come finitore per diversi scultori milanesi e acquisendo una prover­biale capacità di lavorazione del marmo. Il busto La Vedova (Atte), esposto alla So­cietà per le Belle Arti di Milano e acquistato dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, gli fa conoscere Franz Rose, mecenate prus­siano con cui stipula un contratto...

leggi tutto