Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
I cento anni dell’Aula di Montecitorio

I cento anni dell’Aula di Montecitorio

Il 20 novembre 1918 la prima seduta della Camera dei deputati dopo la fine della Prima guerra mondiale si tiene, solennemente, nella nuova Aula di palazzo Montecitorio appena realizzata. Si uniscono così nella stessa giornata le celebrazioni per la pace riconquistata e l’inaugurazione di quello che sarà, da quel giorno in avanti, il cuore della democrazia parlamentare italiana.

A cento anni di distanza, domani martedì 20 novembre alle ore 11, l’Aula ricorderà quegli eventi, nel corso di una cerimonia alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che sarà aperta dal Presidente della Camera, Roberto Fico.

Interverranno gli storici Alessandro Barbero e Simona Colarizi e lo scrittore Paolo Di Paolo e verrà proiettato un video prodotto da Rai Storia. Il duo “Musica Nuda” interpreterà l’Inno d’Italia all’inizio della cerimonia e l’Inno Europeo al termine. Oltre che sul canale satellitare Camera e sulla web-tv, l’evento sarà trasmesso in diretta su RaiDue a cura di Rai Parlamento, e moderato in aula dalla giornalista della Rai Simona Sala.

Nel pomeriggio, alle 18, nell’Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, alla presenza del Presidente Fico, verrà proiettato in anteprima il documentario “L’Aula di Montecitorio, un secolo tra Arte e Storia”, una produzione di Sky Arte realizzata da Tiwi (la presentazione del documentario, con gli interventi del Presidente della Camera e dell’amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia, viene trasmessa in diretta webtv).

Presso la Sala della Regina è stata inoltre allestita la mostra “La nuova Aula della Camera dei deputati. Il progetto di Ernesto Basile per Montecitorio”. La mostra, realizzata dalla Camera in collaborazione con l’ Archivio Basile e l’Università di Palermo, espone un ricco materiale documentario, anche inedito, sul percorso che condusse al conferimento all’architetto Basile dell’incarico di progettare la Nuova Aula, sulla definizione del progetto e sui lavori di realizzazione delle opere. La mostra si articola in cinque sezioni concernenti: la questione della nuova Aula dopo il trasferimento a Roma della Capitale d’Italia; l’ampliamento di palazzo Montecitorio e la realizzazione dell’Aula; i contenuti e le particolarità del progetto dell’Aula; il Liberty degli arredi Basile per l’intero palazzo Montecitorio; l’opera architettonica di Ernesto Basile nel complesso della sua attività in varie città italiane.

Inauguraizone
Martedì 20 novembre, ore 11, cerimonia con il Presidente Mattarella e il Presidente Fico e inaugurazione della mostra sul progetto dell’architetto Basile.

Orario
da mercoledì 21 novembre fino al 25 gennaio 2019
presso la Sala della Reginada lunedì a venerdì dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30).
Apertura nelle giornate di domenica 16 dicembre 2018 e 13 gennaio 2019, in occasione della manifestazione “Montecitorio a porte aperte”, dalle 10.30 alle 16 (ultimo ingresso ore 15.30).
Giorni di chiusura: sabato, domenica, 24, 25, 26 e 31 dicembre.

Info
Tel. 0667601 – www.camera.it

basile_interno_gif_w450_h

Approfondimento
Basile (Palermo 1857-1932) progetta il Palazzo dell’Aula dei deputati a Montecitorio fra il 1902 e il 1908. Al momento dell’incarico per l’ampliamento e la riforma del complesso delle fabbriche della ex Curia Innocenziana (per il suo definitivo adeguamento alla funzione di sede della Camera dei deputati), Basile è una delle più autorevoli personalità della cultura architettonica nazionale.

Primo esponente del modernismo italiano, ne è anche la personalità artistica più completa. Le sue interpretazioni del principio di “progettazione integrale” e dell’istanza di “opera d’arte in tutto”, che caratterizzano le migliori espressioni del modernismo europeo, hanno nel Palazzo dell’Aula dei deputati e in altre sue opere significative (come Villa Igiea e il Villino Florio a Palermo) alcuni fra i principali e rari testi di portata internazionale dell’architettura “Arte Nuova” italiana.

La vicenda di Basile a Montecitorio, protrattasi fino al 1919 con ulteriori incarichi fino al 1927 (per le fasi di ultimazione della sistemazione degli interni), dura quasi un quarto di secolo.

E’ un impegno professionale che attraversa metà della sua intensa attività, iniziata nel 1881 e articolata in un primo periodo di sperimentazione eclettica, in un periodo di maturazione modernista e in un’ultima lunga stagione di revisione critica della precedente esperienza modernista (verso un’ipotesi di codificazione della “Nuova Architettura”).

La mostra (si è tenuta dal 13 al 30 ottobre 2000 nella Sala della della Regina) curata da Eliana Mauro ed Ettore Sessa – ha ripercorso le fasi salienti della vasta produzione progettuale di Basile con due diverse sezioni: quella su Ernesto Basile a Montecitorio, relativa alla progettazione della fabbrica e documentata dai plastici originari del primo progetto (custoditi dall’Archivio Storico della Camera dei deputati), da alcuni arredi del Palazzo Montecitorio e da una scelta dei disegni di progetto (provenienti sia dall’Archivio Storico della Camera, sia dalla Dotazione Basile della Facoltà di Architettura di Palermo); quella su I disegni restaurati della Dotazione Basile, costituita da una selezione di disegni, schizzi e studi relativi all’intero arco della sua attività professionale e da una scelta di tavole predisposte dallo stesso Basile per mostre personali.

I materiali grafici di questa seconda sezione fanno parte di un più vasto nucleo di disegni della dotazione Basile restaurati a cura della Facoltà di Architettura di Palermo grazie alla consulenza tecnica dell’Istituto Nazionale per la Grafica, con finanziamento della Provincia Regionale di Palermo. L’esposizione, che contempla materiale documentario di alto valore artistico e scientifico, è stata allestita nella Sala della Regina, che si configura come un ambiente adeguatamente rappresentativo della produzione architettonica di Ernesto Basile.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>