Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Ludovico Cavaleri

Ludovico Cavaleri

Di on ott 14, 2018 in Artisti | 0 commenti

LUDOVICO CAVALERI
(1867 – 1942)

Nato a Milano il 15 novembre 1867, morto a Cento Cuvio il 2 gennaio 1942. Personale paesista e marinista caratterizzato da una diretta sensazione del vero, intesa con vivace colorito e una sempre felice trovata del quadro. A ventun anni, troncati gli studi universitari di medicina, si dedicò alla pittura e può essere citato come esempio di pittore autodidatta. La sua appassionata operosità gli procurò presto un seguito di premiazioni che cominciò con una medaglia d’oro alla Mostra Nazionale della Società di Belle Arti di Milano nel 1893; seguirono nel 1900 il diploma d’onore all’Internazionale di Gorizia, nel 1902 una medaglia d’oro a quella di Monaco di Baviera, nel 1907 una medaglia d’oro di prima classe a Barcellona, nel 1925 una medaglia del Ministero della Pubblica Istruzione alla Mostra degli Amici dell’Arte a Torino. Partecipò, invitato, alle maggiori esposizioni e tenne fortunate mostre personali a Milano, Venezia, Montevideo e San Paolo. Il Re d’Italia acquistò parecchie volte suoi quadri; numerosi furono gli acquisti ufficiali, e importanti opere sue lo rappresentano in pubbliche gallerie italiane e straniere. Con sicuro gusto decorativo produsse anche cartelloni e decorazioni murali. Opere: “Piena d’autunno”; “Presso il mulino”; “Tramonto alla Giudecca”, nel Museo Civico di Torino, “Sole occiduo”, nella Galleria d’Arte Moderna di Genova; “Canale a Chioggia”; “Chiarità lunare”, a Montevideo; “La fioritura del padule”; “Trapasso di luci”; “Tramonto d’autunno”; “Erica in fiore”; “Tramonto”; “A San Rossore”; “La pesca dei granchietti”; “Autunno”; “Mareggiata”, nella Galleria d’Arte Moderna di Roma; “Niviale”, nella Galleria d’Arte Moderna di Milano. E’ professore onorario all’Accademia a di Carrara: professore emerito di quella di Perugia e socio onorario e consigliere dell’Accademia di Brera. Alla Galleria Pesaro di Milano allestì due mostre personali nel 1918 e nel 1935. La Galleria Ranzini, pure di Milano, gli dedicò una postuma nell’aprile del 1946. Incise all’acquaforte.
Partecipa alla Esposizione Italiana “Italian Exhibition Earl’s Court” a Londra nel 1904, organizzata dalla Italian Chamber of Commerce a Londra, esponendovi i dipinti “Three Parchment Fans”,  “The Swan Pond”, “White Peacock” “Spring flowers” e “Poppies”.

Bibliografia
A.M. Comanducci – Pittori italiani dell’Ottocento – Milano 1934
A.M. Comanducci – Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni – II ediz. Milano 1945 
A.M. Comanducci – Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei – III ediz. Milano 1962
L. Servolini – Dizionario illustrato incisori italiani moderni e contemporanei – Milano 1955
Thieme Becker  – Kunstlerlex – 1912
La Biennale di Venezia – 1933
Enciclopedia Italiana Treccani – 1933

Opere
Pace montanina – Galleria d’Arte Moderna di Genova
Tramonto sul porto di Savona – Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>