Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
LUCCA, villa Del Magro

LUCCA, villa Del Magro

Toscana, Lucca, Villa Del Magro, viale Giusti, 331

Villa Del Magro, ideata nel 1912 dall’ing. Daniele Del Magro, attivo a Lucca agli inizi del Novecento, fa parte della prima espansione urbana fuori dalle mura della città di Lucca, caratterizzata dalla costruzione di villini unifamiliari dai tradizionali impianti planimetrici e volumetrici che risentono degli esempi architettonici rinascimentali .

4c229c1dfa599f6011974ac4cab6c3e9È soprattutto la decorazione dei paramenti murali e delle pertinenze delle ville, balconi, tettoie e cancellate, che dimostrano l’avvenuta ricezione del gusto modernista a Lucca nel primo decennio del Novecento.

Tra le diverse ville costruite a Lucca in questi anni, molte delle quali mostrano semplici decorazioni in maiolica, in altorilievo o dipinte di gusto Liberty, villa Del Magro, insieme a poche altre, presenta delle caratteristiche che la fa spiccare all’interno della città, come la torretta d’angolo con terrazza. La torretta infatti, contenente il vano scale, scompagina la tradizionale e compatta volumetria cubica della villa e accoglie, sul prospetto principale e su quello orientale, due grandi finestre dalle forme spiccatamente Liberty.

Le finestre, rettangolari nella parte bassa e a forma di bulbo nella parte superiore, sono costituite da vetri colorati scompartiti da elementi in ferro battuto realizzati dall’Officina Guidi di Lucca che, nella loro sinuosità, ricordano i racemi vegetali tipici dell’Art Nouveau.

Le fasce bicrome in maiolica a motivi geometrici ai lati della parte alta delle due finestre rimandano con i loro colori, bianco e blu, al fregio che intervalla le finestre del primo piano, realizzato dalle Fornaci di Borgo San Lorenzo del fiorentino Galileo Chini, e caratterizzato dal volo di anatre su uno sfondo floreale stilizzato di ascendenza klimtiana.

La villa ha subito nel corso del tempo diverse trasformazioni che, seppur non abbiano modificato l’aspetto generale esteriore, hanno ridotto la comunicazione tra interno ed esterno tramite la chiusura della veranda al piano terra e di parte di quella al primo piano.

di Elena Profeti

Fonti
Le età del Liberty in Toscana, a cura di Maria Adriana Giusti, Octavo Franco Cantini Editore, Firenze 1996
http://www.luccaterre.it/scheda.php?id=2986&lang=it

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>