Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Liberty e Neogotico: i sepolcri d’autore raccontano la Belle Époque di Palermo

Liberty e Neogotico: i sepolcri d’autore raccontano la Belle Époque di Palermo

Di on nov 5, 2014 in Regione Sicilia | 0 commenti

(La Republica)

PASSEGGIARE per cimiteri in cerca di capolavori può sembrare un’idea bizzarra. Eppure, senza voler fare riferimento alla cultura anglosassone, dove sono considerati alla stregua di giardini, in Italia alcuni cimiteri sono meta di turisti: noti sono quello di Staglieno a Genova o il Monumentale di Milano, luogo della città più visitato dopo il Duomo, tanto che oltre a visite guidate, vengono organizzati recital, concerti e spettacoli. Ma anche a Palermo i cimiteri sono ricchi di opere d’arte. Architetti e scultori hanno creato veri capolavori. Purtroppo questo patrimonio è ignorato o, peggio, lasciato all’incuria e ai vandali. A Santa Maria di Gesù sono stati perfino rubati i quattro leoni con lo stemma francescano sul petto che ornavano la fontana del piazzale. E non solo: statue, colonne, capitelli vengono razziati lasciando i monumenti deturpati. Eppure i cimiteri di Palermo restano testimonianza dell’avvicendarsi di epoche e stili. Musei a cielo aperto in cui si susseguono tombe firmate da architetti del calibro dei Basile, dei Palazzotto, di Damiani Almeyda, Ernesto Armò, Giuseppe Patricolo e di scultori come Antonio Ugo, Mario Rutelli, Benedetto e Pasquale Civiletti, Benedetto e Domenico De Lisi, Vincenzo La Parola, Luigi Filippo Labiso, Domenico Costantino, Giuseppe e Salvatore Valenti, Valerio Arcara, Gaetano Geraci. Nella foto, la tomba Lanza, opera di Ernesto Basile (Rossella Leonforte, foto di Guido Caruso)

Fonte: http://palermo.repubblica.it/cronaca/2014/11/02/foto/liberty_e_neogotico_i_sepolcri_d_autore_raccontano_la_belle_poque_di_palermo-99549395/1/#13

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>