Menu Navigazione
Itinerario Liberty a Brunate

Itinerario Liberty a Brunate

  • Autore: andrea speziali
  • Date Posted: dic 1, 2014
  • Categoria:
  • Address: Brunate, como

Nel territorio comunali sono presenti numerose ville.

Villa Pirotta (via A. Pirotta): progettata nel 1902 dall’architetto comasco Federico Frigerio e realizzata subito dopo, considerata come una “piccola Versailles”. Oggi è abitata dai discendenti del chimico Alberto Bonacossa.

Villa Giuliani (via Roma): risalente al secondo periodo del liberty e di proprietà della famiglia fondatrice dell’omonima casa farmaceutica; oggi è sede della sezione locale dell’Associazione Nazionale Alpini e viene utilizzata per eventi di vario genere.

Villa Orlandi (via Pissarottino): sorta durante l’ultima stagione del liberty, presenta decorazioni e graffiti diversi per ogni lato.

Villa Marinoni (via Pissarottino): costruita alla fine degli Anni Dieci del XX secolo, è una villa sviluppata su tre piani.

Villa Farneti (via G. Scalini): edificata dopo la Prima Guerra Mondiale; presenta una torre panoramica quadrata.

 

Se mai è esistito un mezzo di trasporto in grado di portarvi in vacanza in 10 minuti, quella è la funicolare di Brunate. Mettiamo il caso che vi troviate nei paraggi della stazione Como Lago, con una sana voglia di primavera e di partire ma con poco tempo e pochi euro in tasca, vi basterebbe fare due passi verso Villa Geno per raggiungere inaspettatamente il vostro punto di imbarco. Senza troppa fatica, vedrete tra un ristorante e l’altro spuntare una casetta in legno e mattoni popolata da persone vestite da trekking e orientali armati di macchina fotografica, è la partenza della funicolare che conduce dal centro di Como al paesino Brunate, che – per iniziare a farci un’idea su quel che ci aspetta – è soprannominato balcone delle Alpi e giardino di Como.

Brunate_chalet

Se da piccoli eravate amanti di trenini, tunnel e montagne russe non potrete che apprezzare i sette minuti di viaggio all’interno di BRUco, la carrozza lilla, o bruCO, quella rossa, che fanno la spola dal lago alla montagna su una pendenza che a tratti supera il 50%. Quelli su cui viaggiamo oggi sono treni moderni, con gli interni in stile liberty e ampie vetrate per guardare il paesaggio, ma la prima funicolare andava a vapore ed è stata realizzata alla fine dell’800. La sua costruzione volle dire molto per la Brunate dell’epoca, che dopo anni e anni di semi-isolamento nel giro di trent’anni conobbe molti personaggi interessanti del calibro di Boccioni e Mascagni che insieme ad alcuni uomini facoltosi del tempo costruirono le proprie ville per le vacanze estive.

brunate-funicolare

Sommiamo la presenza di queste architetture fantastiche e senza tempo a una posizione a dir poco panoramica sul Lago di Como e avremo la ricetta finale che fa di Brunate un bacino di bellezza inesauribile. Fortuna vuole che questa meraviglia sia proprio a portata di mano, perciò appena scesi dalla funicolare ci basta fare due passi per imboccare via Roma e incominciare in pompa magna il nostro percorso con Villa Cantaluppi Giuliani e i suoi ricchissimi ornamenti in stile liberty e le eclettiche Villa Calderini e Villa Ghezzi.

Brunate_campari

La vista di tutta questa magnificenza ci fa brillare gli occhi ma c’è qualcosa che, complice il caldo e la naturale predisposizione per l’aperitivo, cattura in fretta la nostra attenzione: si tratta della fontana Campari. Anche la famiglia produttrice della famosa bevanda fu catturata, infatti, dal fascino di Brunate e giustamente fuori dalla propria villa decise di costruire un appropriato angolo di ristoro.

brunate-villa2

Sbollito l’entusiasmo, ci rimettiamo in marcia alla volta di via Pissarottino che oltre a farci conoscere i fasti passati ci condurrà ad un belvedere che più panoramico non si può. Il percorso è una coccola per i sensi, a parte la vista già ampiamente gratificata, possiamo sentire i primi profumi della primavera e un silenzio assoluto che da solo vale come vacanza. Attraversiamo giardini rigogliosi, ciliegi e peschi in fiore, pini profumati che lasciano passare il sole.

brunate-giardino

Due signore ci danno indicazioni in dialetto e finalmente raggiungiamo la piccola fonte del Pissarottino che ci introduce ad una delle viste più belle del Lago. Da qui si riescono ad ammirare la prima parte del Lario, Villa d’Este, Villa Erba e il Monte Rosa.

Brunate_belvedere

brunate-panorama

Questo posto è veramente rilassante, decidiamo di andarcene dopo più di un’ora e solo perché il Sole sta per tramontare. Per chiudere in bellezza prima di tornare alla funicolare passiamo da Villa Pirotta, un bel mix di barocco e liberty realizzato da alcuni tra i professionisti più illustri del primo ’900, che hanno saputo interpretare il gusto a dir poco lussuoso dei proprietari con un magnifico giardino, belle ringhiere e un ingresso scenografico.

brunate-villapirotta

Questa è l’ultima tappa della nostra vacanza a Brunate, è durata soltanto un pomeriggio ma qualcuno non diceva che il tempo è relativo?!

Sveva Colombo 14

 

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>