Menu Navigazione
ITINERARIO LIBERTY IN ITALIA: Visita Grand Hotel Rimini

ITINERARIO LIBERTY IN ITALIA: Visita Grand Hotel Rimini

GRAND HOTEL RIMINI MIRABILE ESEMPIO DI STILE LIBERTY

Una visita guidata all’interno della splendida struttura è in programma per sabato prossimo 12 gennaio. Una cinquantina di persone guidate da Andrea Speziali ammireranno l’edificio e le sue caratteristiche architettoniche nell’ambito dell’iniziativa voluta dall’Associazione “Rimini Sparita” di cui è presidente Nicola Gambetti.

Saranno una cinquantina i partecipanti alla visita guidata all’interno del Grand Hotel Rimini*****L. L’iniziativa si terrà sabato prossimo 12 gennaio dalle ore 14,30 alle 16,30 circa ed il gruppo sarà guidato da Andrea Speziali, che illustrerà gli aspetti più significativi dello stile liberty di cui il Grand Hotel Rimini è mirabile esempio. L’appuntamento avrà inizio con una presentazione da parte di Nicola Gambetti, presidente dell’associazione “Rimini Sparita”, quindi, a seguire, Speziali presenterà la monografia ”Romagna Liberty” di cui è autore, mostrando la cartolina del Grand Hotel Rimini in costruzione (foto inedita della collezione Catrani) e introdurrà il progetto dell’itinerario Liberty negli hotels italiani che hanno segnato l’epoca della Belle Epoque tra fine ‘800 e inizi ‘900. E il percorso non poteva che avere come punto di partenza il Grand Hotel Rimini*****L che, con il suo fascino, ha creato suggestioni oniriche in quanti lo hanno frequentato ed apprezzato. Tra questi il grande Federico Fellini. Per il regista, 5 Premi Oscar e autore di films di qualità eccelsa, il Grand Hotel Rimini*****L è sempre stato elemento centrale della sua fantasia a far principio dal fantastico sogno giovanile, quando immaginava donne voluttuose e raffinate ballare nei grandi e sfarzosi saloni novecenteschi, quindi, come “buen retiro”, quando, ormai affermato regista, soggiornava nella “sua” camera, la 315. Tutto questo a conferma di quanto fosse innamorato di quella elegante e seducente costruzione liberty, nata dal genio degli architetti Paolo ed Ezio Somazzi, svizzeri, di origine uruguaiana. Un’intuizione che ancora oggi lascia ammirati e l’iniziativa di sabato ha lo scopo di rivisitare la Rimini di un tempo, attraverso visite guidate organizzate da “Rimini Sparita”, che ha già riportato alla luce edifici del primo ‘900 come Cappella Petrangolini, villa Lega Baldini in viale Principe Amedeo o villa Masetti Zannini. Anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi ha scritto parole di elogio per il Grand Hotel Rimini*****L “Palazzo del piacere, delle vacanze, della villeggiatura, fu realizzato nel 1906-1908 mentre nello stesso tempo, a Roma, si costruiva la nuova aula di Montecitorio, palazzo del potere. Nelle forme architettoniche potere e piacere si assomigliano. Ora, questo mondo perduto di cui il Grand Hotel Rimini è il simbolo sopravvissuto, viene osservato con nuova attenzione nel volume, “Romagna Liberty”. In fine da ricordare che, dal 16 febbraio al 24 marzo prossimi, alla mostra ”Romagna Liberty”, presso il museo della Marineria di Cesenatico sarà possibile osservare cartoline, foto e progetti del Grand Hotel di Rimini.

 

www.selecthotels.it
info@grandhotelrimini.it
Tel. +39 0541 56000 – Fax +39 0541 56866

 

UFFICIO STAMPA
Dolp’s Studio s.a.s. – Via Piero Maroncelli n. 19 – 47100 Forlì
Tel. 0543-31148, Fax 0543-456692, E-mail dolps.vannidolcini@tin.it
www.dolpsstudio.it cell. 335 5710451

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>