Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Giuseppe Tirelli

Giuseppe Tirelli

GIUSEPPE TIRELLI

(1859 – 1931)

 

Al momento non vi è una biografia sull’autore. Puoi contribuire al progetto scientifico contattandoci via mail all’indirizzo info@italialiberty.it.

 

EPSON MFP image

 

Opera di GIUSEPPE TIRELLI — (Reggio Emilia 1859-1931) — Le Stagioni (o I Mesi), 1910 circa — Olio su tela, cm. 130 x 320 — Già Albergo Posta, Sala Banchetti (ora Cooperativa tessuti e abbigliamento) — Reggio Emilia, Palazzo del Capitano.

Data al 1910 circa la decorazione della Sala Banchetti dell’Albergo Posta, affidata al pittore reggiano Giuseppe Tirelli: unica commissione ufficiale per questo artista appar­tato e schivo, di antiche radici contadine, che anche in tale occasione trasse dalla natu­ra la sua ispirazione (Nobili). Saldandosi idealmente agli antichi cicli dell’arte padana, l’artista scelse di rappresenta­re lo svolgersi delle stagioni, raffigurate nel succedersi dei mesi: a tre a tre, questi eventi dell’anno solare si susseguono entro grandi specchiature lungo le pareti della sala: da Marzo a Novembre, Primavera Estate Autunno (l’immagine qui presentata si riferisce al­l’Agosto). Rispetto al progetto iniziale, alla realizzazione finale vennero meno infatti le raffigurazioni dell’Inverno. Sono immagini di gusto panico, dove le figure umane respirano all’unisono colla natu­ra, tra alberi, acqua e luminosi orizzonti, realizzate in una materia cromatica ricca e vibrante, memore dei grandi esempi del postimpressionismo d’oltralpe.
Di grande effetto l’impianto d’insieme: una struttura di matrice neorinascimentale —colonne binate a scandire i riquadri del grande fregio, e soffitto cassettonato — che sa farsi “moderna” grazie a un viluppo di rami fioriti.
Contenuto tratto da: M. Pace Marzocchi, G. pesci, V. Vancelli, “Liberty in Emilia”, Artioli stampatore, 1988.; A. Speziali, “Romagna Liberty”, Maggioli editore, 2012.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>