Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Giulio Casanova

Giulio Casanova

GIULIO CASANOVA
(1875 – 1961)

 

Artista, ceramista e architetto fu attivo prevalentemente a Bologna in collaborazione con il fratello Achille. Allievo di Alfonso Rubbiani, partecipò con lui al restauro di numerosi edifici storici in qualità di restauratore. Laureatosi in architettura, C. si interessò in seguito anche alle arti applicate. Nel 1898, assieme a Rubbiani fu tra i fondatori di Aemilia Ars, una società che su modello dell’Arts&Crafts inglese proponeva il recupero di arti tradizionali come il merletto, il ricamo e la decorazione su ceramica e il loro rinnovo all’interno del contesto contemporaneo. Motivi di ispirazione vegetale e zoomorfa rimandano chiaramente all’immaginario del Liberty e la società ricevette per questo numerosi apprezzamenti in occasione dell’Esposizione Internazionale di Torino del 1902. Lasciò la società nel 1907 e iniziò a collaborare col fratello nella realizzazione di ceramiche, vetri e ferri battuti. La sua esperienza di decoratore applicata all’architettura si tradusse in originali edifici in stile Liberty tra cui si possono ricordare casa Albonetti (piazza della Libertà, Faenza, 1909-10) e casa Matteucci (corso Mazzini, Faenza, 1912). Le ceramiche invece furono prese in carico dalla manifattura Fratelli Mainardi a Faenza.
In seguito, C. ottenne l’incarico di professore di ornato presso l’Accademia Albertina di Torino e qui continuò a cimentarsi nella realizzazione di arredi e decori tra cui la teca per la Sacra Sindone. Fu molto attivo anche nell’arredo di attività commerciali tra gli anni Dieci e Venti, combinando decorazioni di gusto storico con motivi ondulati e floreali.

 

Testo di Federica Mentasti © A. Speziali, Giuseppe Sommaruga (1867-1917). Un protagonista del Liberty, Cartacanta, Forlì 2017.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>