Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Giovanni Masotti

Giovanni Masotti

GIOVANNI MASOTTI

(1873 – 1915)

 

Come documentato da una fotografia d’epoca (cf r. A. Molinar Pradelli, L’Emilia Ro­ magna com’era. Alberghi, caffè, locande, osterie, ristoranti, trattorie, Roma 1987, p . 53), il soffitto della sala della Pasticceria-Bottiglieria Rovinazzi che immetteva direttamen­ te su via D’Azeglio, era ricoperto da una ricca decorazione a motivi floreali, completa­ to da un fregio continuo in cui coppie di putti alati danzavano in giardini fantastici . Una boiserie di scaff alature per l’esposizione e un lungo bancone in legno e marmo co­ stituivano l’elegante arredamento, impreziosito dai lampadari in f erro battuto. Il boz­ zetto di Giovanni Masotti, si riferisce evidentemente a tale decorazione: gli stessi put ­ ti alati, i fiori, i frutti. La medesima leggerezza di tocco e finezza -di esecuzione.

5124dcd3-2848-4464-9be5-223f511d946c

Nel margine superiore destro dell’acquarello un piccolo schizzo a matita rappresenta ilprogetto dell’intero soff itto: otto spicchi distinti fra loro dalle diverse qualità di frut­ ti, “mandorli, mandarini, meli, melograni…”. Uno spazio architettonico, quello idea­ to dal Masotti, sottolineato dagli elementi decorativi quali l’allacciarsi a nastro dei fe­ stoni intorno alla pianta in vaso in corrispondenza della suddivisione tematica della decorazione del soffitto.

5822fccb-fa8c-4c22-b2b6-057b95ca4c36
Nel quadro si ricostruisce la manifestazione in Piazza Maggiore del 1 maggio 1890 quando i dimostranti resistono all’attacco della polizia. La manifestazione fu organizzata in tutta Europa dalla Seconda Internazionale in nome del diritto alle 8 ore lavorative. Bandiera Bianca fu esposto nel concorso Baruzzi del 1902.
In una piazza sulla destra sta avanzando un gruppo di soldati. Sulla sinistra un gruppo di cittadini tenta di fermare i soldati mostrando un bambino con un abitino bianco. A terra, in primo piano, una donna è in fin di vita e un uomo tenta di sorreggerla.

db0783c2d7806f73be347dbb18529f09

Ex bottiglieria Rovinazzi – via D’Azeglio -Decorazione floreale nel salone

 

 

5124e393-615c-4f71-b7bf-3010511d946c

Salva
Nei primi anni del Novecento, l’avvicinarsi alle teorie rubbianesche e i contatti sempre più frequenti con gli artisti aderenti alla Gilda, ha prodotto un mutamento netto nella produzione artistica di Giovanni Masotti. Da sempre dedito alla pittura di paesaggio e a quella di storia dal chiaro sapore verista, il Masotti si avvicina ai dettami del liberty e dello stile floreale, come testimoniato dal nucleo di bozzetti per la decorazione di interni di alcuni locali e appartamenti privati bolognesi, appartenenti alle Collezioni d’arte della Cassa di Risparmio in Bologna. Il disegno oggetto di studio è un progetto per la decorazione del soffitto e delle pareti di una sala di un’abitazione privata.

 

5124dfef-dac8-48c9-ae5b-2706511d946c

Nei primi anni del Novecento, l’avvicinarsi alle teorie rubbianesche e i contatti sempre più frequenti con gli artisti aderenti alla Gilda, ha prodotto un mutamento netto nella produzione artistica di Giovanni Masotti. Da sempre dedito alla pittura di paesaggio e a quella di storia dal chiaro sapore verista, il Masotti si avvicina ai dettami del liberty e dello stile floreale, come testimoniato dal nucleo di bozzetti per la decorazione di interni di alcuni locali e appartamenti privati bolognesi, appartenenti alle Collezioni d’arte della Cassa di Risparmio in Bologna. Il disegno oggetto di studio è un progetto per la decorazione del Caffè San Pietro, uno dei luoghi di ritrovo più celebri per gli artisti, gli scrittori e i politici della Bologna dei primi anni del Novecento. Il Caffè San Pietro aveva in via Altabella.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>