Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Menu Navigazione
Achille Casanova

Achille Casanova

ACHILLE CASANOVA
(1861 – 1948)

Figura di primo piano del cenacolo riunito attorno ad Alfonso Rubbiani, il pittore e decoratore Casanova ha diretto l’atelier Aemilia Ars, “la più vistosa impresa libertyaria di Bologna”, come è stata definita dalla critica, negli anni a cavallo tra la fine dell’ 800 e l’inizio del 900. Insegnante apprezzato (tra cui al Collegio Artistico Venturoli), anche se accademico, buon disegnatore, pittore, è stato soprattutto un abile decoratore. Ha lasciato numerose prove del suo gusto ornatistico, e del suo letterario modo d’intendere la figurazione; a Bologna ha eseguito nel 1896-1898 le decorazioni sulle pareti della Cappella votiva per la pace dei popoli nella chiesa di S. Francesco, inaugurata nel maggio del ’99 per la Conferenza Internazionale dell’ Aja. Insieme a Rubbiani, progettò la sala degli artisti emiliani alla Settima Biennale di Venezia; numerosi sono i fregi e le decorazioni eseguite in edifici restaurati sotto la direzione del Rubbiani. Fu più vicino al simbolismo spiritualista che al liberty, secondo un rigoroso impegno d’arte. Ha affrescato la Chiesa di S. Antonio, a Padova, nel 1910, che costituì il suo più lungo e impegnativo cantiere artistico.

Testo tratto da: ‘Il Liberty a Bologna e nell’Emilia Romagna’, catalogo della mostra, GRAFIS, Bologna, 1977. Trascrizione a cura di Lorena Barchetti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scrivi Risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>