Menu Navigazione

Tutta la bellezza dell’arte Liberty in Italia

Dona il tuo 5 x 1000 all’associazione culturale ITALIA LIBERTY e ricevi in omaggio una copia della nostra monografia sull’artista Vucetich. Codice Fiscale: 911 728 30 407


Mario Mirko Vucetich architettura scultura pittura disegno - Silvana 2020 - Speziali AndreaCon la nostra associazione puoi entrare all’interno di grandi ville e palazzi italiane… di raro accesso !
MARIO MIRKO VUCETICH (1898-1975). Architettura, Scultura, Pittura, Disegno” 📚 a cura di Andrea Speziali, saggi introduttivi di Vittorio Sgarbi e Giorgio Di Genova 24 x 28 cm, 416 pagine, 2,56 kg, 800 illustrazioni. edizione bilingue italiano / inglese ISBN 9788836646821 * Per informazioni contattaci tramite mail info@italialiberty.it

Scopri anche la nostra vetrina su eBay beneficenza

 

L’associazione di promozione sociale ITALIA LIBERTYEnte di Promozione Sociale del Terzo Settore – è stata fondata nel 2019 ed è divenuta partner di Google Arts & Culture.

Google_Arts_and_Culture_Logo

Con il supporto di istituzioni internazionali che si occupano di Art Nouveau intende valorizzare e divulgare il ricco patrimonio Liberty presente in Italia, con qualche perla inedita, nonchè i valori di cui era portatore. Un grande movimento che ha le sue basi teoretiche in Ruskin, Morris e nei Preraffaelliti per poi irradiarsi nelle varie capitali, assumendo connotazioni e nomi diversi: Modern Style, Art Nouveau, Jugendstil, Secessione, Floreale, Modernismo Catalano, Liberty.

Italia Liberty prende vita nel 2011. Grazie alla collaborazione con enti e istituzioni: musei, gallerie d’arte, Soprintendenze per i Beni Culturali architettonici e paesaggistici, archivi di Stato, regioni, comuni, collezioni pubbliche e private, negli anni si è instaurata una rete di associati e fans per l’Art Nouveau con cui condividere attraverso il presente portale e le nostre attività (mostre, conferenze, itinerari, concorsi fotografici, ecc…) offrendo un’esperienza unica a ritroso nel tempo tra cui le visite guidate all’interno di fascinose cornici della Belle Époque tra cui ville, hotel e palazzi esclusivi.

▴ DIVENTA SOCIO DELL’ASSOCIAZIONE “ITALIA LIBERTY” ▴ italialiberty_maiolica_liberty L’Istituzione nasce dall’ampia e appassionata partecipazione sviluppata attorno ad una serie di iniziative che, negli ultimi anni, hanno riguardato la diffusione della conoscenza e la tutela del patrimonio Art Nouveau. Prendendo lo spunto da questa esperienza, un gruppo di appassionati ha dato vita a Italia Liberty, che si propone di promuovere, oltre alle espressioni tipiche dell’Art Nouveau, una generale valorizzazione dei beni di interesse storico, del turismo culturale e di tutte le iniziative che nei vari campi (editoria, formazione, ecc..) abbiano al loro centro l’arte e la cultura.

Abbiamo vari obbiettivi al centro dell’associazione. Primo fra tutti la valorizzazione, promozione del patrimonio artistico italiano e internazionale per l’aspetto dell’Art Nouveau. In parallelo sensibilizziamo l’opinione pubblica e privata al fine di salvaguardare beni architettonici, d’arte applicata e grafica. Ci sono progetti di raccolta fondi come lo è stato per alcune dimore tra Liguria e Lombardia lasciate in abbondati che oggi hanno potuto risplendere come in origine grazie al nostro impegno.

ITALIA LIBERTY è presieduta da Andrea Speziali, PhD, perito C.T.U. al Tribunale di Rimini che, riconosciuto come massimo esperto d’arte Liberty in Italia, ha una delega alla Bellezza nel Comune di Sarnico, dove è Direttore del primo Museo del Liberty, ed ha anche la direzione del Museo Vucetich a Marostica e dei Musei del Disco d’Epoca e di Arte Povera ospitati all’interno di Palazzo Ripa-Marcosanti, nel borgo di Sogliano al Rubicone. Questi due ultimi musei sono nati all’inizio degli anni Duemila grazie alla passione e alle minuziose ricerche del collezionista Roberto Parenti.

❝È possibile fruire in versione digitale delle opere conservate all’interno dei Musei: VUCETICH, ARTE POVERA, DISCO D’EPOCA e del LIBERTY sulla piattaforma Google Arts & Culture. Siamo ente promotore di queste quattro sedi museali legate dallo stesso filo conduttore: l’interesse per la storia più recente in tutte le sue branche, in primis arte e musica, e il desiderio di favorire la riscoperta sia del Liberty e dei suoi artisti poco noti, che di un protagonsita del Novecento ingiustamente dimenticato: Mario Mirko Vucetich. Il fenomeno del Corona virus ha rinviato sia l’apertura fisica del primo Museo del Liberty italiano nella fascinosa cornice di una torretta medioevale a Sarnico, che del museo Vucetich di Marostica. Tuttavia alcune opere di Vucetich, fra cui i costumi e i disegni della prima Partita a Scacchi sono esposte nelle sale del trecentesco castello della città.❞. ✒ Il CDA dell’associazione.

google_artseculture_italialiberty_associazione

Italia Liberty è una associazione di promozione sociale costituita il 25 febbraio 2019 presso lo studio notarile Seripa a Misano Adriatico. Fondata da Andrea Speziali con lo scopo di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio artistico in stile Art Nouveau.

Sede centrale: Rimini, Piazzetta Zavagli 1
Consociata: Art Nouveau week, The world Art Nouveau
Premi conferiti: Best LibertyCity

Bologna Liberty: tra Modernismo e revival

Scritto da on 22:08 in News | 1 commento

Bologna Liberty: tra Modernismo e revival

Sabato 16 ottobre alle 15:00 l’associazione ITALIA LIBERTY ha organizzato una passeggiata a Bologna, con lo storico d’arte Pierluca Nardoni, per scoprire alcuni dei più importanti scorci del Liberty bolognese. INFO: Rita 338 8796888 A torto ritenuto per molto tempo un orientamento di gusto poco significativo in Emilia-Romagna, il Liberty offre in realtà momenti interessantissimi a Bologna, dove si presenta soprattutto in due anime: una legata alle (precoci) intuizioni del “Nuovo Stile” presenti nei richiami neo-medievali della Società Aemilia Ars, l’altra più connessa ai richiami che giungono dal Secessionismo viennese o dalla Francia. Il percorso si snoderà perciò attraverso questi due filoni. Si partirà, fuori mura, da via Audinot (appena oltre Porta Saragozza), dove ha sede l’ambizioso progetto dell’architetto Paolo Sironi, che, a inizio Novecento, lottizza un’intera area diffondendo il Liberty tra le villette di un quartiere residenziale. La seconda sosta sarà invece un’immersione nel versante parzialmente revivalistico del Liberty bolognese, ossia nelle cappelle della Chiesa di San Francesco, restaurate alla fine dell’Ottocento dalla “squadra” di Alfonso Rubbiani e decorate dai suoi protagonisti, quegli artisti e artigiani dell’Aemilia Ars che introducono un peculiare florealismo Liberty a partire da raffinate rielaborazioni medievali. Proseguiremo su Via Ugo Bassi dove ci fermeremo ad ammirare l’orologio sospeso davanti a quella che era la sede del Banco di Roma, splendido manufatto in ottone, e l’insegna della Farmacia Zarri. Affacciati su Piazza Maggiore, getteremo uno sguardo a Casa Stagni in Canton de’ Fiori, il cui restauro, nel 1892, segna uno degli esordi del gusto Aemilia Ars. Vedremo un fregio di Casanova e quel che resta della decorazione di un portico da parte di Augusto Sezanne. Sezanne lo ritroveremo qualche passo più in là, di fronte alla Cattedrale di San Pietro, osservando la notevole architettura della Palazzina Majani, già pienamente calata nel Modernismo Liberty. Tra i segni distintivi di un’intera epoca che stava sorgendo anche all’insegna dei café e di una nuova idea di tempo libero, la palazzina è fortemente voluta dal noto cioccolatiere Giuseppe Majani, che la affida a Sezanne perché ne faccia un vero e proprio brand architettonico della sua attività. A questo punto ci sposteremo di fianco al Palazzo del Podestà per parlare delle differenze tra l’elegante profilo Liberty della Casa commerciale Barilli (ora sede della Apple), tra i primissimi esempi di grande magazzino in Italia, e il prospetto del pur notevole Palazzo Ronzani, che abbandona la compattezza stilistica del Liberty per un eclettismo sovraccarico. Tra i locali del Palazzo, però, alcuni erano interessati da decorazioni Liberty, come il Cinema Modernissimo (purtroppo ancor oggi non visitabile, forse lo sarà da fine anno) o l’ex Profumeria Goselli (ora gioielleria) di cui si possono sbirciare gli arredi e i decori dell’epoca. In Piazza Maggiore, all’interno del complesso di Palazzo d’Accursio, potremo ammirare l’ex Sala Borse (ora biblioteca) situata in quello che, una volta, era uno dei cortili del Palazzo, coperto alla fine dell’800 da una splendida struttura liberty in ferro e vetro.   Al termine della passeggiata ci fermeremo per un pranzo veloce e nel pomeriggio alle ore 15.00 (facoltativa e su prenotazione) sarà possibile visitare la Casa di Lucio Dalla a due passi da Piazza Maggiore.   – Prezzo per persona Tour Liberty: Eur 28 – Visita Casa Lucio Dalla (facoltativa): Eur 17 (di cui 2 euro diritti di prenotazione)        ...

leggi tutto

Inedito Novecento

Scritto da on 21:49 in Mostre | 0 commenti

Inedito Novecento

Da giovedì 9 a domenica 26 dicembre è allestita la mostra “Inedito Novecento. L’arte nella collezione Breganze da Mario Mirko Vucetich a Filippo De Pisis”, ospitata nella fascinosa cornice dei Magazzini del Sale di Cervia organizzata dall’associazione Italia Liberty e curata da Andrea Speziali. Sono esposti inediti capolavori del Novecento tra dipinti, sculture e disegni di artisti come Mirko Vucetich, Neri Pozza, Filippo De Pisis, Umberto Boccioni, Nino Corrado Corazza, Emil Hoppe, Arturo Noci, Leonardo Castellani, Arturo Martini, Antonio Zancanaro, Mario Albanese, Nino Bertocchi e tanti altri. Una esposizione con oltre 150 opere provenienti da tre importanti collezioni: Collezione Fratelli Breganze, Vicenza – Roberto Parenti, Sogliano al Rubicone e Vucetich, Roma. Speziali in ciascuna di esse ha selezionato le opere inedite che vanno dal primo a metà Novecento e meritano un’attenzione critica per arricchire la conoscenza del patrimonio culturale italiano. Queste apportano un nuovo contributo alla Storia dell’Arte come ad esempio una tela firmata Boccioni emersa in quella che fu la collezione di Neri Pozza. Sotto il patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Emilia-Romagna e della Fondazione Italia Patria della Bellezza la mostra è prodotta ed organizzata dall’associazione Italia Liberty in collaborazione con il Comune di Cervia, il Museo di Arte Povera a Sogliano al Rubicone e l’Associazione Pro Marostica. Quest’ultime Partner di rete dell’associazione culturale nazionale che valorizza lo stile Art Nouveau. Inaugurazione: mercoledì 8 dicembre alle ore 17:00 con la presenza del curatore, sindaco e assessori comunali, organizzatori della mostra – Ingresso libero. ORARI Lunedì – Giovedì dalle 15:00 alle 19:00 Venerdì dalle 15:00 alle 22:00 Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 22:00 L’ingresso è gratuito  Il percorso espositivo prevede il rispetto delle linee guida governative sulle norme anti contagio COVID-19 ed il personale provvederà a far rispettare tutte le nuove disposizioni. Pertanto è gradita la registrazione prima dell’ingresso tramite il modulo sottostante e munirsi di GreenPass: Comunica la partecipazione all'eventoIo sottoscritto/a *Nome e CognomeEmail *Indirizzo e-mail @Recapito telefonico Cell. o Tel.NUMERO e NOMI dei partecipanti Se partecipa assieme familiare/i, amico/a, partner, indicare nominativi e numero esatto dei partecipanti.DICHIARA * Con la presente dichiaro di aver ricevuto l’INFORMATIVA PRIVACY ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13, del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE Presto pertanto il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità sopra descritte ai sensi della legge sulla privacy.Section Codice di sicurezzaInserisci questo numero: 12Inserisci il numero 12 nella casella soprastante, questa è una misura di sicurezza per capire che sei una persona e non un programma.This box is for spam protection - please leave it blank:  ...

leggi tutto

Una passeggiata Liberty a Bologna, Sabato 2 Ottobre

Scritto da on 22:27 in News | 0 commenti

Una passeggiata Liberty a Bologna, Sabato 2 Ottobre

Bologna Liberty: tra Modernismo e revival L’itinerario, di due ore e mezza circa, prevede una passeggiata cittadina per scoprire alcuni dei più importanti scorci del Liberty bolognese. A torto ritenuto per molto tempo un orientamento di gusto poco significativo in Emilia-Romagna, il Liberty offre in realtà momenti interessantissimi a Bologna, dove si presenta soprattutto in due anime: una legata alle (precoci) intuizioni del “Nuovo Stile” presenti nei richiami neo-medievali della Società Aemilia Ars, l’altra più connessa ai richiami che giungono dal Secessionismo viennese o dalla Francia. Il percorso si snoderà perciò attraverso questi due filoni. Si partirà, fuori mura, da via Audinot (appena oltre Porta Saragozza), dove ha sede l’ambizioso progetto dell’architetto Paolo Sironi, che, a inizio Novecento, lottizza un’intera area diffondendo il Liberty tra le villette di un quartiere residenziale. Ci soffermeremo a osservare almeno cinque villini di questa singolare idea di cité-jardin, nata anche grazie agli ampliamenti urbani previsti dal piano regolatore del 1889. La seconda sosta sarà invece un’immersione nel versante parzialmente revivalistico del Liberty bolognese, ossia nelle cappelle della Chiesa di San Francesco, restaurate alla fine dell’Ottocento dalla “squadra” di Alfonso Rubbiani e decorate dai suoi protagonisti, quegli artisti e artigiani dell’Aemilia Ars che introducono un peculiare florealismo Liberty a partire da raffinate rielaborazioni medievali. Affacciati su Piazza Maggiore, getteremo uno sguardo a Casa Stagni in Canton de’ Fiori, il cui restauro, nel 1892, segna uno degli esordi del gusto Aemilia Ars. Vedremo un fregio di Casanova e quel che resta della decorazione di un portico da parte di Augusto Sezanne. Sezanne lo ritroveremo qualche passo più in là, di fronte alla Cattedrale di San Pietro, osservando la notevole architettura della Palazzina Majani, già pienamente calata nel Modernismo Liberty. Tra i segni distintivi di un’intera epoca che stava sorgendo anche all’insegna dei café e di una nuova idea di tempo libero, la palazzina è fortemente voluta dal noto cioccolatiere Giuseppe Majani, che la affida a Sezanne perché ne faccia un vero e proprio brand architettonico della sua attività. A questo punto ci sposteremo di fianco al Palazzo del Podestà per parlare delle differenze tra l’elegante profilo Liberty della Casa commerciale Barilli (ora sede della Apple), tra i primissimi esempi di grande magazzino in Italia, e il prospetto del pur notevole Palazzo Ronzani, che abbandona la compattezza stilistica del Liberty per un eclettismo sovraccarico. Tra i locali del Palazzo, però, alcuni erano interessati da decorazioni Liberty, come il Cinema Modernissimo (purtroppo ancor oggi non visitabile, forse lo sarà da fine anno) o la Profumeria Goselli, di cui si possono sbirciare gli arredi e i decori dell’epoca. Proseguiremo verso via Santo Stefano, soffermandoci sulla storica casa-bottega Alberani, sede, allora come oggi, di una farmacia. Ci muoveremo infine verso l’ultima tappa del nostro percorso: piazza Carducci, dove si trova lo splendido e scarsamente ricordato monumento al poeta omonimo realizzato da Leonardo Bistolfi, il maggior scultore italiano di area Liberty e tra i più grandi di tutto l’Ottocento.   Per chi vorrà, al termine della passeggiata ci si fermerà, per un aperitivo (non incluso nel prezzo), da Agnese, storico chiosco situato nei giardinetti di Piazza Trento e Trieste, frequentato a lungo da cantanti e personaggi pubblici, tra cui Lucio Dalla (che lo menziona in una sua canzone) per continuare la conversazione con lo storico d’arte. “Ritroveremo” Lucio Dalla nella...

leggi tutto

All’asta su Binance NFT una tela futurista firmata BOCCIONI

Scritto da on 21:49 in News | 0 commenti

All’asta su Binance NFT una tela futurista firmata BOCCIONI

Raffiora in una collezione privata una tela di Umberto Boccioni. Si tratta di dipinto ad olio su tela del periodo futurista, datato intorno al 1914 circa che misura 29,5×37,5 cm e in ottimo stato di conservazione. L’opera inedita è al vaglio degli studiosi. Secondo i primi pareri sembra si tratti di un’opera autentica, particolarmente curiosa, presenta un timbro sul legno della tela e un bollino con il numero 42, ma ancora nulla è certificato. Sono già arrivati i pareri del grafologo e constatazioni da chi ha visto l’opera con la luce di wood che fanno gioire. L’editore Neri Pozza che possedeva questo dipinto assieme ai suoi successori, conoscevano il reale valore tanto che quest’opera insieme ad altri capolavori di Filippo De Pisis, Nino Corazza e Arturo Martini non andarono in donazione al Museo di Palazzo Chiericati. L’attuale proprietario, Andrea Speziali, presidente dell’associazione Italia Liberty che ha ricevuto il quadro in donazione in segno di riconoscimento per il lavoro di studio e valorizzazione sulla Collezione, ha creato il primo NFT nella storia con il quadro futurista del maestro Boccioni. Lo ha dichiarato pubblicamente a Binance in un articolo pubblicato sul blog ufficiale che sta raggiungento letture da centinaia di milioni di utenti legati alle criptovalute, poichè la piattaforma stessa con il marketplace di NFT è l’exchange di assets digitali più grande al mondo. L’asta del Boccioni assieme ai pastelli futuristi realizzati da mario Mario Mirko Vucetich (1, 2, 3, 4, 5), formano la collezione di sei opere dedicate al FUTURISMO, tutte inedite e fruibili dal vivo per la prima volta alla mostra “Inedito Novecento” ai Magazzini del Sale di Cervia. Per Boccioni l’asta parte con 60.000 BUSD (ovverro circa 50mila euro per il primo NFT dell’artista), il retro della tela è più accessibile con una partenza di 3000 BUSD. Intanto continua il lavoro per la creazione dell’NFT più grande al mondo: un mosaico di 500.000 immagini generato da un solo Token.  L’autore, il prof. Speziali, lo ha annunciato sul Blog di Binance che organizzerà l’asta rispettando la natura tra NFT e criptovalute, motivo per cui ha rinunciato un canale di una storica casa d’aste. La Didattica – Sui canali social ufficiali (FB, IG, TW, YOUTUBE, TIKTOK) ha avviato delle videolezioni permettendo la conoscenza di questo nuovo mercato dell’arte a tutte le generazioni con un’apprendimento utile sul piano professionale e della storia...

leggi tutto

Il 28 luglio a Bari si presenta “Inedito Novecento”

Scritto da on 02:20 in News | 0 commenti

Il 28 luglio a Bari si presenta “Inedito Novecento”

Nella fascinosa cornice della Sala Giunta del Comune di Bari, mercoledì 28 luglio alle 10:30 a ingresso su prenotazione, si presenta il grande progetto “Inedito Novecento” organizzato dall’associazione Italia Liberty e curato dal Presidente Andrea Speziali. Interverrà l’assessore alla Cultura Ines Pierucci, uno dei massimi esperti d’arte Liberty in europa, Andrea Speziali insieme alla dottoressa Maria Elena Toto, responsabile dell’associazione I.L. per la Regione Puglia e guida turistica la quale assime alla A.r.s. Toto curerà un progetto di percorsi guidati in città per il mese di Dicembre in cui avrà luogo INEDITO NOVECENTO da Bari a Cervia. www.italialiberty.it – PER ISCRIVERSI conattare il 320 0445798 o compilare il form sottostante. Max 12 persone Tutto nasce dalla monografia dedicata all’artista Mario Mirko Vucetich, celebre autore della Partita a Scacchi di Marostica. L’autore è riuscito ad aprire le porte di casa di Maria Grazia Breganze e successivamente del fratello Maurizio entrambi residenti a Vicenza. Si è aperto un vaso di Pandora con all’interno grandi nomi dell’arte italiana quali Filippo De Pisis, Umberto Boccioni, Neri Pozza, Giuseppe Sommaruga, Tono Zancanaro, Walter Piacesi, Emil Hoppe, Arturo Noci, Arturo Martini oltre a Mirko Vucetich di cui si segnalano il maggior numero di opere. Una collezione tutta inedita che seguirà un percorso espositivo dai Magazzini del Sale di Cervia (9-26 dicembre) per poi essere riallestita a Bari nell’anno prossimo. Ma il progetto “INEDITO NOVECENTO” va ben oltre con un album musicale di oltre dodici tracce realizzate dal compositore Alessandro Guagneli e il curatore Andrea Speziali. Sia in Romagna che in Puglia ci sarà un percorso di scoperta del Novecento che inizia dal 1900 al 1970 con opere d’arte di autori celebri e meno conosciuti mai pubblicate prima. Si aggiungono nel percorso espositivo in sede anche le visite guidate a Bari nei meandri di ville e palazzi con affreschi mai visti prima. Un tuffo a ritroso nel tempo per riscoprire le arti applicate, grafiche e pittoriche. Bari si rivela Liberty con una solprendente collezione di ferri batutti mai visti prima di Alessandro Mazzucotelli. Solprese che rientrano nel grande progetto #ineditonovecento organizzato da Italia Liberty con la collaborazione di enti pubblici e privati uniti per la riscoperta della bellezza e la passione nel rivelare storie italiane celate dietro la riservatezza di chi per anni ha custodito questi tesori finalmente alla visione del grande pubblico. Comunica la partecipazione all'eventoIo sottoscritto/a *Nome e CognomeResidente a luogo di residenza, provinciaEmail *Indirizzo e-mail @Recapito telefonico Cell. o Tel.Partecipanti Indicare luogo della conferenza stampa alla quale si presenzia ed i nomi di evenutali accompagnatori.DICHIARA * Con la presente dichiaro di aver ricevuto l’INFORMATIVA PRIVACY ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13, del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE Presto pertanto il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità sopra descritte ai sensi della legge sulla privacy.Section Codice di sicurezzaInserisci questo numero: 12Inserisci il numero 12 nella casella soprastante, questa è una misura di sicurezza per capire che sei una persona e non un programma.This box is for spam protection - please leave it...

leggi tutto

Alberto Calligaris

Scritto da on 02:18 in Artisti | 0 commenti

Alberto Calligaris

ALBERTO CALLIGARIS (1880 – 1960) Alberto Calligaris nasce a Udine nel 1880 da Giuseppe (Udine 1856-1906) e Maria Bonassi. Cresce lavorando nella bottega del babbo, appassionandosi alla lavorazione artistica del ferro battuto. Fra il 1892 e il 1898 frequenta la Scuola di Arti e Mestieri “Giovanni da Udine”, nel corso degli ottonai. Mantiene il contatto con la scuola divenendone insegnante. Nel 1908-1909 fonda una Scuola Speciale di Ferro Battuto, anche se deve dedicarsi, in seguito alla morte del padre, alla officina di famiglia. La ditta Calligaris partecipa, tra le varie, alle Esposizioni di Torino (1902) e di Udine (1903). Alberto partecipa all’Esposizione Internazionale di Milano del 1906 e a quella d’Arti Decorative di Bruxelles del 1910, aderendo alla moda del naturalismo Liberty. Si sposa nel 1907 con Anita Micheloni, che gli dà quattro figli maschi: Giuseppe (morto giovane), Mario, Roberto e Adriano (entrati nella ditta) e la figlia Grazietta. Si appassiona anche al geometrismo della Secessione viennese. Con altre opere, tese al recupero dello stile rinascimentale, si prende gli elogi di Gabriele D’Annunzio. Col 1913 pubblica con grande successo “I ferri battuti di A. Calligaris” con schizzi e progetti, con l’editore Crudo di Torino. Con la Grande Guerra collabora con don Celso Costantini al Cimitero degli Eroi di Aquileia. Negli anni Venti realizza le cancellate della Basilica del Santo a Padova. A Udine collabora con l’architetto Raimondo D’Aronco nel Municipio (1921-1931) e per le inferriate del Tempietto di San Giovanni. Con gli anni Trenta si sente la crisi e, dato lo sviluppo del Razionalismo, calano le commesse per la ditta Calligaris. La seconda guerra mondiale priva l’officina della materia prima e costringe Alberto a vendere a peso le sue opere, per pagare gli operai, mettendo fine alla sua splendida arte Muore a Udine nel 1960. Fonte:...

leggi tutto

Il Liberty a Barga

Scritto da on 21:51 in Mostre | 0 commenti

Il Liberty a Barga

Una mostra racconta “la nuova Barga”: gli stili Liberty e eclettico e la bellezza di architetture e decorazioni, testimonianza di chi aveva fatto fortuna all’estero e portava a casa ricchezza, novità e culture Barga, 10 luglio-26 settembre 2021. Ingresso libero   Il Liberty a Barga. È con la mostra a ingresso libero “La nuova Barga: architettura e arti decorative tra liberty e stile eclettico (1900-1935)” che riprendono le attività della Fondazione Ricci ETS. Dal 10 luglio (inaugurazione ore 18) al 26 settembre 2021 la sede della Fondazione (via Roma, 20) riapre al pubblico con un percorso di racconto e scoperta delle tre fasi di rinnovamento che Barga ha avuto nei primi del Novecento, con l’avvento del Liberty e dello stile eclettico che accosta diversi linguaggi dal neo rinascimentale al neo romanico, dal neo gotico al neo egizio, fino al neo orientale e moresco. La mostra è organizzata dalla Fondazione Ricci ETS e dell’Istituto storico lucchese sezione di Barga, con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Barga e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Si tratta di un primo censimento dei 113 immobili nello stile dell’epoca, mai realizzato finora, nato da un’idea dell’architetto Cristiana Ricci, presidente della Fondazione Ricci ETS, e sviluppato dalla stessa con un grande lavoro di ricerca archivistica e geografica, raccolta di testimonianze fotografiche e orali, in cui fondamentale è stato il confronto con la documentazione sulle storie familiari, sulla quale hanno lavorato la dottoressa Sara Moscardini e Pier Giuliano Cecchi, rispettivamente direttore e vicedirettore dell’Istituto Storico Lucchese sezione di Barga. Questa ricerca sul campo vuol contribuire alla ricostruzione di questo importante periodo storico di cui la città e i dintorni conservano numerose e pregevoli testimonianze nelle ville e nei villini che fanno da corona esterna al centro storico e si diramano con esempi anche nel territorio circostante. Un anno e mezzo di ricerca su fonti locali di memorie orali. Il primo censimento del Liberty a Barga ha avuto inizio nel febbraio 2019. Per prima cosa, i ricercatori hanno avuto accesso agli archivi dell’Ufficio tecnico del Comune di Barga, dove non si conservano testimonianze documentarie dei primi anni dello scorso secolo ma dove è però custodito un registro delle dichiarazioni a costruire che, messo a confronto con gli stati di famiglia degli archivi comunale e parrocchiale, ha restituito dati significativi; da qui la partenza sull’indagine tra le fonti orali locali sopravvissute sino al giorno d’oggi, tanto complessa quanto fondamentale. Barga e Lucca. La “nuova Lucca” nasce già alla fine dell’Ottocento, fuori dalle mura urbane, voluta dalla borghesia facoltosa; se il Liberty nel capoluogo arriva in ritardo rispetto ad altre città italiane e resta inizialmente ancorato alle regole stilistiche dell’architettura ottocentesca, in particolare al neoclassicismo, a maggior ragione questo avviene a Barga, non ancora promossa a città, all’inizio del Novecento e grazie agli emigrati di ritorno i quali, anche se non sempre tornavano stabilmente in patria, costruivano villini per le vacanze estive, per la famiglia e a dimostrazione del raggiunto benessere economico, realizzando nella terra d’origine quanto visto nelle grandi città estere. Barga vede tre fasi di costruzione di nuovi edifici, in stile liberty o eclettico. La prima è nel primo decennio del Novecento, quando la nuova viabilità del Piangrande comporta la lottizzazione di una nuova zona, che collega Barga alla...

leggi tutto

SAN PELLEGRINO – Conferenza Stampa ART NOUVEAU WEEK, terza edizione

Scritto da on 17:27 in News | 0 commenti

SAN PELLEGRINO – Conferenza Stampa ART NOUVEAU WEEK, terza edizione

LA CONFERENZA STAMPA è riservata ai giornalisti, influencer e blogger. Intervine il Sindaco, Assessore alla Cultura, il curatore dell’evento Andrea Speziali e l’ente locale Oter. Appuntamento previsto per Martedì 6 luglio alle 11:00 presso il Comune di San Pellegrino Terme. Ingresso su prenotazione entro 10 minuti prima dell’inizio. PRENOTAZIONI: 034521020 Comunica la partecipazione all'eventoIo sottoscritto/a *Nome e CognomeResidente a luogo di residenza, provinciaEmail *Indirizzo e-mail @Recapito telefonico Cell. o Tel.Partecipanti Indicare luogo della conferenza stampa alla quale si presenzia ed i nomi di evenutali accompagnatori.DICHIARA * Con la presente dichiaro di aver ricevuto l’INFORMATIVA PRIVACY ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13, del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE Presto pertanto il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità sopra descritte ai sensi della legge sulla privacy.Section Codice di sicurezzaInserisci questo numero: 12Inserisci il numero 12 nella casella soprastante, questa è una misura di sicurezza per capire che sei una persona e non un programma.This box is for spam protection - please leave it blank: Uff. Stampa: Michele Orlando micheleorlando@italialiberty.it M. +(39) 333 9205963 Per qualsiasi informazione: www.italialiberty.it/artnouveauweek | info@italialiberty.it Andrea Speziali (curatore) | (+39) 320 0445798 | info@andreaspeziali.it » SCARICA IL MATERIALE STAMPA « www.italialiberty.it/materialestampaeventoartnouveauweek2021   Si rinnova l’appuntamento di Art Nouveau Week dall’8 al1 4 luglio, manifestazione internazionale annuale dedicata alla corrente culturale e artistica Art Nouveau nelle sue più molteplici espressioni. Il ricco calendario promosso dall’Associazione ITALIA LIBERTY, con il patrocinio di MiC Ministero della Cultura, Enit, Council of Europe e Fondazione Italia Patria della Bellezza, sarà rivolto a chiunque voglia immergersi nelle suggestive atmosfere dell’Art Nouveau, in Italia e all’estero. Un periodo che il curatore dell’evento, Andrea Speziali, ha selezionato per la ricorrenza in questa settimana sia dell’anniversario della nascita di Giuseppe Sommaruga, uno tra i protagonista del Liberty italiano, che di quello di Gustav Klimt, insuperabile artista della Secessione viennese, nonché di altri autori dello stile Liberty nati ogni giorno della settimana come ad esempio: Otto Wagner, Giovanni Michelazzi, Salvatore Gregorietti, William Henry Bradley. Il fulcro della manifestazione sono le visite guidate in edifici normalmente chiusi al pubblico. Un’occasione unica per riscoprire questi gioielli architettonici. Un evento diffuso su tutto il territorio europeo con una rassegna di centinaia di eventi giornalieri dove i proprietari di ville Liberty, hotel, terme e negozi della Belle Époque racconteranno al pubblico la più recente storia. Il percorso più atteso è la visita guidata a San Pellegrino Terme (Bergamo) che dopo quarant’anni di abbandono e due anni di restauro, grazie a questa kermesse riapre al pubblico il Grand Hotel con un percorso che conduce anche al Casinò.   Il curatore di Art Nouveau Week, Andrea Speziali spiega che «avvicinarsi al complesso fenomeno del Liberty nazionale comporta uno sforzo di sintesi delle migliori espressioni culturali e artistiche di uno stile, che in qualche modo ha rappresentato, o almeno ha tentato di farlo sul versante dell’arte, il compimento del progetto di unificazione nell’Italia post-unitaria. In questo quadro può inserirsi anche la rapida trasformazione che interessò molte città italiane, con ampliamenti urbanistici quanto mai indispensabili non solo per affrontare il forte incremento di popolazione generato dal richiamo verso i centri che offrivano migliori condizioni di vita ma...

leggi tutto

BARI – Conferenza Stampa ART NOUVEAU WEEK, terza edizione

Scritto da on 17:26 in News | 0 commenti

BARI – Conferenza Stampa ART NOUVEAU WEEK, terza edizione

La conferenza Stampa è riservata ai giornalisti , influencer e blogger. ineterviene L ‘Assessore alla cultura Ines Pierucci Comune di Bari, il curatore Andrea Speziali e il responsabile  della  Regione Puglia di Italia Liberty Maria Elena Toto – guida turistica abilitata Regione Puglia . Si aggiungono gli interventi: prof Mimma Pasculli Ferrara Professoressa di storia dell’ arte moderna dell ‘Università degli studi di Bari Aldo Moro,  Presidente Confguide Bari Bat  Pietro Palermo, Regista, Nico Cirasola di film , cortometraggi , lungometraggi girati in Puglia e fondatore di Airiciclotteri. Appuntamento previsto per Mercoledi 7 luglio  ore 11,30  presso il comune di Bari. Ingresso su prenotazione  entro 10 minuti prima dell ‘inizio- Appuntamento previsto per Mercoledì 7 luglio alle 11:30 presso il Comune di Bari. Ingresso su prenotazione entro 10 minuti prima dell’inizio. comunicato stampa liberty 2021-art nouveau week LOCANDINA ART NOUVEAU BARI Comunica la partecipazione all'eventoIo sottoscritto/a *Nome e CognomeResidente a luogo di residenza, provinciaEmail *Indirizzo e-mail @Recapito telefonico Cell. o Tel.Partecipanti Indicare luogo della conferenza stampa alla quale si presenzia ed i nomi di evenutali accompagnatori.DICHIARA * Con la presente dichiaro di aver ricevuto l’INFORMATIVA PRIVACY ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13, del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE Presto pertanto il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità sopra descritte ai sensi della legge sulla privacy.Section Codice di sicurezzaInserisci questo numero: 12Inserisci il numero 12 nella casella soprastante, questa è una misura di sicurezza per capire che sei una persona e non un programma.This box is for spam protection - please leave it blank: Uff. Stampa: Michele Orlando micheleorlando@italialiberty.it M. +(39) 333 9205963   COMUNICATO STAMPA Bari capoluogo della Puglia, con le sue suggestive e uniche forme di bellezze, partecipa all’iniziativa nazionale e internazionale “ 3^ edizione Art Nouveau Week” promosso dall’ Associazione Italia Liberty con il patrocinio di MiC Ministero della Cultura, Enit, Council of Europe e Fondazione Italia Patria della Bellezza. L’Iniziativa è curata da Andrea Speziali presidente dell’Associazione Italia Liberty e storico d’arte che ha selezionato questa settimana in quanto in essa ricorrono sia l’anniversario della nascita di Giuseppe Sommaruga (uno tra i protagonista del Liberty italiano), sia quello di Gustav Klimt, insuperabile artista della Secessione viennese, sia di altri autori dello stile Liberty come ad esempio: Otto Wagner, Giovanni Michelazzi, Salvatore Gregorietti, William Henry Bradley. Il Festival Art Nouveau Week è organizzato da Italia Liberty Associazione di promozione sociale – ETS congiuntamente a un network di associazioni e istituzioni che offrono ai visitatori singoli o a gruppi di tutte le età l’opportunità di usufruire di visite guidate che propongono stimolanti chiavi di lettura delle poetiche e dei linguaggi dell’arte contemporanea: si tratta di ConfGuide di Confcommercio, GTI Guide Turistiche Italiane e Touring Club Italiano, che permettono di valorizzare con professionalità e competenza il patrimonio storico artistico archeologico antropologico enogastronomico e paesaggistico dell’Italia. In occasione di questo evento, ITALIA LIBERTY punta anche su un ricco partenariato internazionale, come nel caso del magazine Coup de Fouet. Art Nouveau European Route, pioniere nella promozione dell’Art Nouveau e dell’Art Deco. Nella città di Bari e in altre provincie della Puglia, dal 8 al 14 luglio 2021 la Dott.ssa Maria Elena Toto, referente per la Puglia...

leggi tutto

MILANO – Conferenza Stampa ART NOUVEAU WEEK, terza edizione

Scritto da on 17:26 in News | 0 commenti

MILANO – Conferenza Stampa ART NOUVEAU WEEK, terza edizione

LA CONFERENZA STAMPA è riservata ai giornalisti, influencer e blogger. Appuntamento previsto per Domenica 4 luglio alle 14:00 presso L’hotel Demidoff a Milano. Comunica la partecipazione all'eventoIo sottoscritto/a *Nome e CognomeResidente a luogo di residenza, provinciaEmail *Indirizzo e-mail @Recapito telefonico Cell. o Tel.Partecipanti Indicare luogo della conferenza stampa alla quale si presenzia ed i nomi di evenutali accompagnatori.DICHIARA * Con la presente dichiaro di aver ricevuto l’INFORMATIVA PRIVACY ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 13, del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE Presto pertanto il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità sopra descritte ai sensi della legge sulla privacy.Section Codice di sicurezzaInserisci questo numero: 12Inserisci il numero 12 nella casella soprastante, questa è una misura di sicurezza per capire che sei una persona e non un programma.This box is for spam protection - please leave it blank: Uff. Stampa: Michele Orlando micheleorlando@italialiberty.it M. +(39) 333 9205963 Per qualsiasi informazione: www.italialiberty.it/artnouveauweek | info@italialiberty.it Andrea Speziali (curatore) | (+39) 320 0445798 | info@andreaspeziali.it » SCARICA IL MATERIALE STAMPA « www.italialiberty.it/materialestampaeventoartnouveauweek2021   Si rinnova l’appuntamento di Art Nouveau Week dall’8 al1 4 luglio, manifestazione internazionale annuale dedicata alla corrente culturale e artistica Art Nouveau nelle sue più molteplici espressioni. Il ricco calendario promosso dall’Associazione ITALIA LIBERTY, con il patrocinio di MiC Ministero della Cultura, Enit, Council of Europe e Fondazione Italia Patria della Bellezza, sarà rivolto a chiunque voglia immergersi nelle suggestive atmosfere dell’Art Nouveau, in Italia e all’estero. Un periodo che il curatore dell’evento, Andrea Speziali, ha selezionato per la ricorrenza in questa settimana sia dell’anniversario della nascita di Giuseppe Sommaruga, uno tra i protagonista del Liberty italiano, che di quello di Gustav Klimt, insuperabile artista della Secessione viennese, nonché di altri autori dello stile Liberty nati ogni giorno della settimana come ad esempio: Otto Wagner, Giovanni Michelazzi, Salvatore Gregorietti, William Henry Bradley. Il fulcro della manifestazione sono le visite guidate in edifici normalmente chiusi al pubblico. Un’occasione unica per riscoprire questi gioielli architettonici. Un evento diffuso su tutto il territorio europeo con una rassegna di centinaia di eventi giornalieri dove i proprietari di ville Liberty, hotel, terme e negozi della Belle Époque racconteranno al pubblico la più recente storia. Il percorso più atteso è la visita guidata a San Pellegrino Terme (Bergamo) che dopo quarant’anni di abbandono e due anni di restauro, grazie a questa kermesse riapre al pubblico il Grand Hotel con un percorso che conduce anche al Casinò.     Il curatore di Art Nouveau Week, Andrea Speziali spiega che «avvicinarsi al complesso fenomeno del Liberty nazionale comporta uno sforzo di sintesi delle migliori espressioni culturali e artistiche di uno stile, che in qualche modo ha rappresentato, o almeno ha tentato di farlo sul versante dell’arte, il compimento del progetto di unificazione nell’Italia post-unitaria. In questo quadro può inserirsi anche la rapida trasformazione che interessò molte città italiane, con ampliamenti urbanistici quanto mai indispensabili non solo per affrontare il forte incremento di popolazione generato dal richiamo verso i centri che offrivano migliori condizioni di vita ma anche dallo sviluppo industriale, che proprio in questi anni si andava a delineare come forza propulsiva per la crescita delle città». Il Presidente di Confguide, Paola...

leggi tutto

Banca Malatestiana, una storia tutta Riminese

Scritto da on 22:49 in News | 0 commenti

Banca Malatestiana, una storia tutta Riminese

Carissimi soci e amici dell’associazione Italia Liberty, Siamo a consigliarvi Banca Malatestiana come istituto di credito al quale ci siamo appoggiati per le nostre attività. Banca Malatestiana è sponsor di molti eventi nel territorio riminese, tra questi le visite guidate tra Rimini e Riccione per l’Art Nouveau week. Tutti i soci di Banca Malatestiana e clienti hanno agevolazione sugli eventi che...

leggi tutto

Art Nouveau Week, al via la terza edizione

Scritto da on 21:10 in News | 0 commenti

Art Nouveau Week, al via la terza edizione

Si rinnova l’appuntamento del Festival Art Nouveau Week, manifestazione internazionale annuale dedicata alla corrente culturale e artistica Art Nouveau nelle sue più molteplici espressioni. Nonostante l’emergenza pandemica non sia ancora del tutto superarata, la terza edizione 2021 si annuncia di grande rilievo e l’Associazione Italia Liberty offre un palinsesto di appuntamenti che ripercorre le strade del fenomeno Art Nouveau nelle sue manifestazioni internazionali, dall’8 al 14 luglio 2021. Il ricco calendario promosso dall’Associazione ITALIA LIBERTY, con il patrocinio di MiC Ministero della Cultura, Enit, Council of Europe e Fondazione Italia Patria della Bellezza, sarà rivolto a chiunque voglia immergersi nelle suggestive atmosfere dell’Art Nouveau, in Italia e all’estero. Un periodo che il curatore dell’evento, Andrea Speziali, ha selezionato per la ricorrenza in questa settimana sia dell’anniversario della nascita di Giuseppe Sommaruga, uno tra i protagonista del Liberty italiano, che di quello di Gustav Klimt, insuperabile artista della Secessione viennese, nonché di altre numerose occasioni celebrative e di rilettura di personalità artistiche quali Otto Wagner, Giovanni Michelazzi, Salvatore Gregorietti, William Henry Bradley, Siegmund von Suchodolski, Fernand Allard l’Olivier e Charles Cottet. La terza edizione del Festival Art Nouveau Week è anche l’occasione celebrativa del dies natilis di altre notevoli figure dell’arte del Novecento, cui viene dedicata ogni giornata, dall’8 al 14 luglio, con un denso cartellone di iniziative in presenza e in modalità virtuale. (PROGRAMMA) Il fulcro della manifestazione sono le visite guidate in edifici normalmente chiusi al pubblico. Un’occasione unica per riscoprire questi gioielli architettonici. In aggiunta, vengono proposte altre numerose manifestazioni collaterali che mettono in risalto il ricco patrimonio Art Nouveau diffuso e ancora leggibile nelle nostre città: tour a piedi, concerti, conferenze, eventi speciali, attività per le famiglie e per le scuole, attività per le persone diversamente abili. Questa edizione del Festival Art Nouveau Week ha anche il contrassegno delle novità social. Infatti, l’ingresso di Clubhouse, una nuova creatura tra le più amate app del momento, darà spazio alla inedita programmazione di podcast tematici, che permettono di partecipare in modo attivo e personale agli eventi in programma, aderendo gratuitamente a «stanze» con accesso soltanto per invito di un altro utente e tramite scambio di messaggi vocali. Una formula particolarmente intelligente, che coniuga la privacy sulla propria identità con l’alta qualità dei contenuti, nonostante una differenziazione di ruoli degli iscritti alla «stanza», a seconda se si è moderatori, speaker o ascoltatori. Le restrizioni alla mobilità legate alla pandemia non mitigano la vivacità culturale di ITALIA LIBERTY, che attraverso soluzioni innovative e supportate appieno dalle più aggiornate tecnologie, garantisce la possibilità di entrare virtualmente negli spazi d’arte e cultura dedicati al Liberty. Si tratta di tour virtuali di visita a palazzi, cortili, ambienti poco noti al grande pubblico, attraverso video, commentati e spiegati da esperti, arricchiti con materiali illustrativi che rendono piacevole e istruttiva l’avventura del Festival Art Nouveau Week.   Un concept unico in Europa! Andrea Speziali, curatore del Festival Art Nouveau Week, si sta cimentando, da diversi anni, in un importante lavoro di ricerca e valorizzazione dello stile Liberty, portando alla luce importanti scoperte di interesse nazionale. Il campo delle ricerche è un indubbio contributo alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del territorio, non solo italiano ma anche europeo. Un festival, uno stile. Tra Italia ed Europa L’Art Nouveau, in Italia nota anche come stile floreale, stile...

leggi tutto